Questo sito si avvale di cookie tecnici, di cookie analitici e di altri cookie, anche di terze parti, necessari per il funzionamento, per interagire con social network e per usufruire di servizi offerti dal sito. Chiudendo questo banner o accedendo a un'altra pagina del sito acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Per saperne di piu'

Approvo

Ultimi post

  • BUON FERRAGOSTO A TUTTI! Ferragosto era un’antica festa della Roma imperiale. Fu infatti istituita dall'imperatore Augusto nel 18 a.C. e traeva origine dalla tradizione dei Consualia, feste che celebravano la fine dei lavori agricoli, dedicate a Conso, dio della terra e della fertilità. Ma il 15 agosto si celebra anche l’Assunzione di Maria, una delle più antiche feste mariane. Questa Assunta, olio su Tela di Nicola Grassi (1862 – 1748) è esposta alla Galleria d’Arte Antica di Udine. L’opera era conservata nella Chiesa Maria Maddalena dei Filippini, demolita nei primi anni del Novecento.
    Leggi tutto

  • Il Museo Etnografico del Friuli conserva una importante raccolta di sculture lignee di circa 70 pezzi. Oggi potete ammirare alcune di queste opere ristrutturate nella sala ad esse dedicata.
    Leggi tutto

  • Ti trovi in città? Vieni a scoprire le nostre collezioni e a visitare le nostre mostre. Siamo aperti anche a Ferragosto! ;-) #MuseoArcheologico #GalleriaArteAntica #MuseodelRisorgimento #CasaCavazzini #MuseoEtnograficodelFriuli
    Leggi tutto

  • In questo "Giorno felice, la Prima Comunione" Joaquin Sorolla y Bastida si concentra sull’incontro tra la bambina in abito da prima comunione e i parenti che la attorniano. Un'opera del 1892 che rappresenta la fase iniziale del percorso artistico del pittore. Presentata nello stesso anno all’Esposizione Internazionale delle Belle Arti di Madrid, oggi arricchisce la collezione di Casa Cavazzini.
    Leggi tutto

  • Il Museo Etnografico del Friuli rinnova la sala “Luigi e Andreina Ciceri” e si arrichisce di ulteriori opere restaurate da Roberta Righini grazie al contributo della Fondazione Friuli. Fra le nuove sculture, la nobile immagine di Giuseppe di Arimatea, la piccola, raffinata Madonna col Bambino e un San Giovanni Battista.
    Leggi tutto

Luigi Spacal 1907-2000. La grafica

24 settembre - 29 ottobre 2017 

PROROGATA FINO AL 19 NOVEMBRE 2017

Casa Cavazzini

Inaugurazione 23 settembre ore 18.00


La Triennale Europea dell’Incisione, per la sua 36° edizione, presenta al pubblico l’Astrattismo Italiano attraverso le suggestive opere del Maestro Luigi Spacal (Trieste, 1907-2000).
All’interno del progetto “Trittico d’Autore” articolato su tre appuntamenti culturali annuali (2017-2019), risiede la volontà di promuovere un esponente di spicco dell’arte regionale, la cui vastissima produzione ha ottenuto una levatura nazionale e internazionale pur mantenendo un saldo rapporto con i territori d’origine.
Luigi Spacal 1907-2000. La grafica, organizzata dalla Triennale Europea dell'Incisione in collaborazione con il Comune di Udine, Civici Musei, la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, La Fondazione Friuli e con il patrocinio dell'Università degli Studi di Udine sarà inaugurata sabato 23 settembre alle ore 18.00 a Udine nella sede di Casa Cavazzini – Museo d’Arte Moderna e Contemporanea e proseguirà fino al 29 ottobre 2017. Il catalogo e la mostra sono curati da Giuseppe Bergamini e Enzo Di Martino.
Luigi Spacal dopo aver conseguito la maturità artistica a Venezia, ha allestito la sua prima mostra nel 1940 proprio nella sua città natale per poi approdare, durante il dopoguerra, in tutte le più importanti gallerie d’arte d’Italia e d’Europa.
Il richiamo alle proprie radici caratterizza tutte le opere del grande artista che esprime, in un rapporto visibile, citazioni della memoria attraverso un repertorio iconografico di una civiltà che l’artista ha sempre avvertito profondamente come irrinunciabile.
Nell’ambito della grafica d’arte, che costituisce per la Triennale Europea dell’Incisione lo specifico terreno d’indagine e documentazione esplorato nelle numerose mostre fino ad ora realizzate, l’opera di Luigi Spacal occupa, in oltre mezzo secolo di attività, un posto di assoluto rilievo. Un linguaggio storicamente antico che Spacal ha radicalmente rinnovato sia da un punto di vista tecnico, con l’impiego di nuovi materiali, sia da un punto di vista formale, esaltando in particolare il ruolo e la funzione del colore.
A 110 anni dalla nascita del grande Maestro, le oltre settanta opere esposte documentano in modo esauriente un percorso di attenta ricerca tecnica e studio compositivo di un artista mitteleuropeo.

Location da vivere

Spazi ricchi di storia, funzionali e versatili. I CIVICI MUSEI DI UDINE sono la location adatta ad accogliere eventi di vario tipo, perfetti per soddisfare ogni tipo di esigenza.

PRENOTA IL TUO SPAZIO