Questo sito si avvale di cookie tecnici, di cookie analitici e di altri cookie, anche di terze parti, necessari per il funzionamento, per interagire con social network e per usufruire di servizi offerti dal sito. Chiudendo questo banner o accedendo a un'altra pagina del sito acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Per saperne di piu'

Approvo

Ultimi post

  • #CasaCavazzini Il 19 ottobre Casa Cavazzini ospita la conferenza di Paolo Patres, studioso ed esperto di storia e critica dell’arte moderna: Nell'incontro verrà approfondita la storia e l’identità artistica del Friuli attraverso i due scritti del sanvitese Federico Altan: 'Memorie intorno alla Vita ed all’Opere dell’insigne Pittore Pomponio Amalteo' (1753) e 'Del vario stato della pittura in Friuli, dalla caduta del Romano Impero fino a’ tempi nostri', pubblicato postumo nel 1772. La conferenza inizia alle 17,30 con l'introduzione di Giuseppe Bergamini e Vania Gransinigh http://www.civicimuseiudine.it/it/news/712-conferenza-federico-altan-e-la-cultura-artistica-del-suo-tempo-in-friuli
    Leggi tutto

  • #MuseoArcheologico Sono ancora presenti, in Friuli, i resti di un paesaggio antico di quattromila anni, fatto di tumuli funerari e castellieri, riconoscibili nelle piccole alture isolate e nei terreni circondati da argini. Antichissime testimonianze, spesso difficili da percepire perché rimaneggiate e intaccate nel corso del tempo e/o coperte dalla vegetazione. La mostra 'Tracce. Paesaggio antico in Friuli.' ne indaga le evidenze meglio conservate e offre ai visitatori un piccolo viaggio nel Friuli preromano, dove le tracce del passato si integrano con le bellezze naturalistiche del presente. La mostra é stata prorogata e potete visitarla fino al 13 gennaio 2019! http://www.civicimuseiudine.it/it/mostre-eventi/19-il-castello/museo-archeologico/688-tracce-paesaggio-antico-in-friuli
    Leggi tutto

  • #MFSN Se sabato 13 Ottobre a #CasaCavazzini sarà #GiornatadelContemporaneo, con ingresso e visite guidate gratuite e alla Chiesa di San Francesco si inaugura la mostra 'Fotografia in Friuli 1950-1980. Famiglia & società', al Museo Friulano di Storia Naturale le protagoniste saranno la scienza e la storia dell'uomo. Con Claudio Tuniz e Patrizia Tiberi Vipraio (autori del libro) e Giuseppe Muscio (direttore del Museo) verrà presentato il libro "La scimmia vestita" - Dalle tribù dei primati all'intelligenza artificiale. Appuntamento in Via Sabbadini 32 alle 17.30!
    Leggi tutto

  • Anche #CasaCavazzini aderisce alla “Giornata del Contemporaneo” promossa da #AMACI e sabato 13 ottobre aprirà gratuitamente le sue porte. 😊 Puoi visitare il museo e scoprirne i segreti, i tesori e le curiosità. Puoi anche visitare la mostra “PARADOXA. Arte da Metà Corea” e partecipare al tour guidato che Benedetta Giacomello, studente dell'Accademia di Belle Arti di Bologna, terrà alle ore 11.00 e, nel pomeriggio, alle ore 17.00. Suggeriamo di non perdere l'occasione di scoprire questa esposizione sull'identità controversa e politica dell'intera Corea: l'indomani, 14 ottobre, infatti, la mostra chiuderà i battenti.
    Leggi tutto

  • #inaugurazione La mostra 'Fotografia in Friuli 1950-1980. Famiglia & Società' racconta la storia di un territorio di confine indagato dal punto di vista dei piccoli eventi. Dai primi anni '50 al 1980, tra passato e presente, Udine si trasforma. In una città affaticata dalla guerra, un processo di modernizzazione riscatta in breve tempo la condizione di arretratezza culturale, economica e sociale; si rimuovono le rotaie del tram, si realizza la copertura della roggia; attori e personalità del cinema come Alberto Sordi, Ugo Tognazzi, Vittorio Gassman, Raimondo Vianello illuminano le serate del ceto medio-alto udinese. Ma alla “dolce vita” della provincia si affianca ancora un Friuli periferico legato alle sue radici, alle gerarchie e tradizioni familiari, con volti segnati dalla fatica del lavoro manuale, abiti poveri e usurati. Vi aspettiamo sabato 13 ottobre alle ore 11.30 all'inaugurazione della mostra, alla Chiesa di San Francesco! Foto: Giuliano Borghesan Barbeano (Spilimbergo - Pn), Il bisat, 1954 Archivio Borghesan Udine, Piazza Libertà, Modelle in posa, anni ’50 (Collezione Privata Anna Maria Pittana)
    Leggi tutto

Carta dei servizi

COME INms icon 310x310

 

 

MUSEI DEL CASTELLO DI UDINE

 

Piazzale del Castello, 1 - 33100 Udine

Tel. +39 04321272591

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sito web: www.civicimuseiudine.it

Orario invernale (1 novembre - 30 marzo): da martedì a domenica, 10.30 - 17.00
Orario estivo (31 marzo - 31 ottobre): da martedì a domenica, 10.30 - 19.00

Chiuso il lunedì

Ingresso gratuito ogni prima domenica del mese.

Sono collocate informazioni relative ai musei in Piazza I Maggio e in Piazza Libertà.


1. PARCHEGGIO

Presso il cortile del Castello sono disponibili due stalli riservati a persone con disabilità motoria, dotate di apposito contrassegno presso l'auto.

Il castello è collocato in una zona a traffico limitato, tuttavia è possibile richiedere un pass temporaneo alla Polizia Locale del Comune di Udine. Per contatti e modalità di richiesta del pass, consultare il sito www.comune.udine.gov.it

Ai sensi del Regolamento di esecuzione e di attuazione del nuovo codice della strada (DPR 16.12.1992 n. 495), le persone con disabilità dotate di apposito contrassegno possono accedere liberamente alla Z.T.L.

Per raggiungere il piazzale del Castello, è attivo il servizio di trasporto "bus-navetta" gratuito, che da Piazza Libertà effettua un servizio di andata-ritorno.
La navetta è attiva nelle giornate di sabato, domenica e festivi infrasettimanali, con partenza ogni 15 minuti, secondo i seguenti orari:
- dalle 10.30 alle 12.30
- dalle 15.30 alle 18.30 (orario estivo) - ultima corsa 18.15
- dalle 14.30 alle 16.30 (orario invernale) - ultima corsa 16.15

Attualmente il servizio non è accessibile a persone che fanno uso di sedia a route.

Per ulteriori informazioni circa i parcheggi adiacenti al colle del castello, consultare il servizio Google Maps.


2. INGRESSO

Il colle del castello è accessibile a tutti e l’ingresso ai musei è consentito ai cani guida. La tabella con gli orari di apertura è presente in entrambi gli ingressi del castello e nei pannelli in Piazza I Maggio e Piazza Libertà. La segnaletica riporta specifici pittogrammi per indicare i servizi offerti dal museo (cfr. §§ 5-6). L’ingresso anteriore conduce all’atrio del castello, dal quale si accede direttamente alla biglietteria e in cui sono presenti le indicazioni per raggiungere i musei di ciascun piano. L’ingresso posteriore, dotato di rampa, è collocato all’interno del Lapidario e conduce alle spalle della biglietteria.


3. BIGLIETTERIA

Il bancone della biglietteria è accessibile ad ogni fruitore: presenta una sezione ribassata in modo da rendere l’ingresso più accogliente anche a bambini e persone su sedia a ruote.

Presso la biglietteria sono presenti le indicazioni sugli orari di apertura dei musei e sulle tariffe per l’acquisto dei biglietti. Sul bancone d’ingresso, inoltre, è presente una pianta tattile di orientamento dell’atrio. Ombrelli ed effetti personali possono essere riposti negli appositi portaombrelli e nei depositi portaoggetti, indicati in italiano e in inglese. I portaoggetti sono muniti di chiave e numerati; le indicazioni numeriche sono riportate anche in caratteri braille sia sull’armadietto che sulla chiave.

Presso la biglietteria è possibile:

  • ricevere informazioni in italiano, inglese, tedesco circa l'orientamento, le collezioni e le mostre.
  • richiedere materiale informativo in italiano, friulano, inglese, tedesco
  • richiedere la mappa dei Musei, inoltre consultabile e scaricabile al seguente link
  • richiedere l'audioguida dei Musei del Castello
  • scaricare l'app del Museo archeologico che accompagna il persorso tattile, scaricabile anche dai seguenti link app store logogoogle play logo 300x104

E' presente il "Punto informazioni", dove, attraverso un tablet, l'utente può accedere al portale dei Civici Musei di Udine e cercare autonomamente le informazioni di cui ha bisogno.


4. I MUSEI DEL CASTELLO

4.1 PIANO TERRA

Il piano terra, cui si accede mediante l’ingresso anteriore e l’ingresso posteriore, ospita la biglietteria, il Museo Archeologico e il Museo del Risorgimento.

Il Museo Archeologico è composto dalle sale espositive, dal deposito (visitabile su richiesta), dalla Playroom e dal Lapidario, posto all’esterno.

È dotato di installazioni multimediali e multisensoriali per una fruizione allargata a tutti i pubblici. Al momento solo il corridoio d’ingresso non è accessibile alle persone che utilizzano la sedia a ruote, per i quali l’ingresso è previsto dalla Playroom.

All'interno del Museo sono presenti:

  • un percorso tattile bidimensionale e tridimensionale
  • postazioni multisensoriali, olfattive e tattili
  • multimediali con sottotitoli in italiano, inglese, talvolta sloveno, linguaggio semplificato e in lingua italiana dei segni, consultabili e scaricabili nell'area multimediali del sito Civici Musei
  • didascalie in corpo aumentato e in contrasto cromatico con lo sfondo
  • depliant dei testi dei pannelli presenti lungo il percorso espositivo, tradotti in italianoinglese, tedesco, sloveno e in braille/linguaggio semplificato
  • un fumetto per bambini

Inoltre, è possibile toccare con mano alcuni reperti originali, come il rilievo monumentale di Medusa (collocato nell’Atrio); l’urna in pietra di Charitone (collocata nella Sala “Francesco di Toppo e gli scavi ad Aquileia”) e l’Ara con Satiri (esposta presso il Lapidario).

Per il Museo Archeologico è disponibile un’audioguida in italiano e in inglese, e una versione semplificata e più breve, per entrambe le lingue. Una app accompagna i visitatori lungo il percorso tattile. 

I depliant informativi del Museo Archeologico sono disponibili presso la biglietteria in italiano, friulano, inglese e tedesco.

Il Museo del Risorgimento è dotato di didascalie e pannelli didattici in italiano e di multimediali in italiano con sottotitoli in sloveno. È accessibile a persone con disabilità motorie, con accesso dalla sala “La costruzione di un eroe. Il mito garibaldino” e grazie al montascale presente nella sala “Il cammino per l’annessione all’Italia”. Per l’utilizzo del montascale è necessario rivolgersi al personale in custodia o in biglietteria.

I depliant informativi del Museo del Risorgimento in italiano, friulano, inglese e tedesco sono disponibili presso la biglietteria.

4.2 PRIMO PIANO

Il primo piano ospita le mostre temporanee del Museo Archeologico ed è privo di barriere architettoniche. Vi si accede attraverso lo scalone posto alla destra dell’atrio, le scale dal Museo Archeologico che portano all’area relax, o utilizzando l’ascensore posto alla destra della biglietteria.

4.3 SECONDO PIANO

Il secondo piano ospita la Galleria d’Arte Antica ed il Salone del Parlamento. Vi si accede utilizzando lo scalone posto alla destra dell’atrio o l’ascensore posto alla destra della biglietteria. Le didascalie e i pannelli didattici sono in italiano.

I depliant informativi della Galleria d’Arte Antica in italiano, friulano, inglese e tedesco sono disponibili presso la biglietteria.

4.4 TERZO PIANO

Il terzo piano ospita il Museo Friulano della Fotografia. Ad essi si accede utilizzando lo scalone posto alla destra dell’atrio o l’ascensore posto alla destra della biglietteria.



 5. SERVIZI

      

Gli ingressi sono due. Uno è collocato presso il lato anteriore del castello ed è raggiungibile a piedi tramite le scale e la rampa. L’altro è collocato presso il lato posteriore, è privo di barriere architettoniche, ed è raggiungibile sia a piedi sia in auto, attraverso la rampa (sono disponibili due stalli riservati a persone con disabilità, vedi alla voce Parcheggio)
 
guide-dog.jpg
È consentito l’ingresso soltanto ai cani guida, per i quali sono disponibili, presso la biglietteria, delle ciotole per l’abbeveraggio.
 

Gli ascensori rispettano gli standard di dimensioni previsti per l’abbattimento delle barriere architettoniche. L’altezza della pulsantiera rispetta gli standard di accessibilità ed è dotata di tasti con caratteri braille ed un videocitofono per comunicare con la biglietteria. Per questioni di sicurezza, sono disabilitati i tasti dei piani non allestiti.
 
 
map.png
La segnaletica interna ed esterna riporta le indicazioni in italiano e in inglese ed è corredata da pittogrammi per renderne più semplice ed immediata la comprensione. Presso la biglietteria è possibile ritirare la mappa del Musei in italiano e in inglese.

 
audioguide.jpg
Sono disponibili audioguide del Museo Archeologico in italiano, francese e in inglese, disponibili anche in una loro versione semplificata e più breve in italiano e inglese, da ritirare presso la biglietteria.
 
Tutti i locali dei Musei del Castello sono accessibili alle persone con disabilità fisiche, eccetto il corridoio del Museo Archeologico del Castello (cfr. § 4).

 

Il Museo Archeologico è accessibile alle persone con disabilità visiva, grazie a un percorso tattile bidimensionale e tridimensionale e su reperti originali, collocato sulle cornici delle bacheche, alle postazioni multisensoriali e alla app che descrive e accompagna il percorso (cfr. §§ 4.1).

 

Il Museo Archeologico è accessibile alle persone con disabilità uditiva, grazie agli strumenti multimediali sottotitolati e in Lingua Italiana dei Segni. (cfr. §§ 4.1).
 
 

Il Museo Archeologico è accessibile alle persone con disabilità cognitiva, grazie all’ausilio di strumenti multimediali, testi più brevi e in un linguaggio più semplice, e postazioni tattili e multisensoriali. (cfr. §§ 4.1).

 

I bagni sono presenti ad ogni piano; il bagno per tutti è al piano terra, accanto alla Playroom.

 

I fasciatoi sono presenti nei bagni del secondo e terzo piano.

 
relax.png
L’area relax è collocata al primo piano. In alcuni casi può essere utilizzata anche la Playroom del Museo Archeologico.
 

6. VISITE GUIDATE E DIDATTICA

Le proposte didattiche prevedono attività dinamiche e interattive, volte al coinvolgimento dei partecipanti e pensate per stimolare l’avvicinamento alle collezioni attraverso l’esplorazione multisensoriale e attraverso l’uso di molteplici canali di apprendimento, affinché ciascun fruitore possa sentirsi coinvolto e partecipe. (cfr. §§ 5-6). L’ingresso anteriore conduce all’atrio del castello, dal quale si accede direttamente alla biglietteria e in cui sono presenti le indicazioni per raggiungere i musei di ciascun piano. L’ingresso posteriore, dotato di rampa, è collocato all’interno del Lapidario e conduce alle spalle della biglietteria.

I materiali delle collezioni, la cornice museale e i laboratori, concorrono a creare delle formule didattiche inclusive, al fine di garantire una più ampia fruizione del patrimonio a tutti i pubblici.

Per informazioni e per la prenotazione delle visite guidate e dei laboratori didattici, consultare il sito dei Civici Musei di Udine

È possibile prenotare visite guidate e laboratori in italiano, friulano, inglese, francese, tedesco, sloveno e LIS.

Ogni domenica la Playroom del Museo Archeologico è aperta al pubblico. Per usufruire dei supporti didattici, dei giochi e dei materiali presenti in sala, rivolgersi al personale in biglietteria o in custodia.

All’interno del sito dei Civici Musei di Udine, è presente un’area dedicata alla raccolta dei materiali didattici, resi disponibili alla libera consultazione e fruizione da parte degli utenti, nella convinzione che il patrimonio sia una risorsa di tutti.

Location da vivere

Spazi ricchi di storia, funzionali e versatili. I CIVICI MUSEI DI UDINE sono la location adatta ad accogliere eventi di vario tipo, perfetti per soddisfare ogni tipo di esigenza.

PRENOTA IL TUO SPAZIO