Questo sito si avvale di cookie tecnici, di cookie analitici e di altri cookie, anche di terze parti, necessari per il funzionamento, per interagire con social network e per usufruire di servizi offerti dal sito. Chiudendo questo banner o accedendo a un'altra pagina del sito acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Per saperne di piu'

Approvo

Ultimi post

  • Se non avete ancora visitato la mostra “Valcellina Collection” vi ricordiamo che domenica 1 settembre sarà l’ultimo giorno di apertura della rassegna. Se vi piace l'arte contemporanea e vi incuriosisce la fusione arte/tessile, questa mostra ne è una bellisssima rappresentazione!
    Leggi tutto

  • “Medusa” di Galileo Chini è un'opera del 1906 che trovate a Casa Cavazzini. L'artista rappresenta la mitica creatura in tutta la sua mostruosità, a partire dal volto incorniciato da un groviglio di serpenti e dalle ali dispiegate che sostengono il capo sospeso in volo.
    Leggi tutto

  • L’ACQUA. SEGUIAMO IL SUO PERCORSO. Un itinerario per grandi e piccoli focalizzato sulle ampie valenze che ruotano intorno all’acqua. Acqua come risorsa; acqua fonte di sostentamento, acqua bene per l’uomo e le sue attività. Ma acqua anche nei suoi significati sacri e simbolici. L’appuntamento è per mercoledì 28 agosto alle ore 15 al Museo Etnografico del Friuli (ingresso libero).
    Leggi tutto

  • BUON FERRAGOSTO A TUTTI! Ferragosto era un’antica festa della Roma imperiale. Fu infatti istituita dall'imperatore Augusto nel 18 a.C. e traeva origine dalla tradizione dei Consualia, feste che celebravano la fine dei lavori agricoli, dedicate a Conso, dio della terra e della fertilità. Ma il 15 agosto si celebra anche l’Assunzione di Maria, una delle più antiche feste mariane. Questa Assunta, olio su Tela di Nicola Grassi (1862 – 1748) è esposta alla Galleria d’Arte Antica di Udine. L’opera era conservata nella Chiesa Maria Maddalena dei Filippini, demolita nei primi anni del Novecento.
    Leggi tutto

  • Il Museo Etnografico del Friuli conserva una importante raccolta di sculture lignee di circa 70 pezzi. Oggi potete ammirare alcune di queste opere ristrutturate nella sala ad esse dedicata.
    Leggi tutto

Mostre e didattica

L’attività divulgativa del Museo, oltre alle conferenze e agli eventi a carattere scientifico, si sviluppa su due direzioni principali: la parte espositiva e la didattica vera e propria.

In assenza di sale espositive permanenti, l’attività espositiva attuale si focalizza sulle mostre temporanee che prendono spunto da eventi particolari o permettono di approfondire aspetti peculiari delle scienze naturali con particolare riferimento al territorio friulano.

Il Museo si apre al mondo della scuola sia con iniziative rivolte agli insegnanti che agli studenti. Per le scolaresche sono state elaborate numerose attività didattiche che danno accesso alle bambine ed ai bambini, alle ragazze ed ai ragazzi alle meraviglie delle collezioni in modo alternativo, offrendo anche la possibilità di avvicinare, toccare ed osservare alcuni reperti delle collezioni. Il Museo è dotato di due aule laboratorio che possono accogliere due classi contemporaneamente per partecipare alle attività. Le proposte coprono tutto l’arco scolastico, dall’ultimo anno della Scuola dell’Infanzia fino alle ultime classi delle Scuole secondarie di Secondo Grado e soddisfano i contenuti di tutte e sezioni museali con particolare attenzione al territorio del Friuli Venezia Giulia, alla sua biodiversità ed ai più recenti sviluppi della ricerca naturalistica. Per gli insegnanti vengono organizzati corsi di aggiornamento a diversi livelli di approfondimento, trattando sia temi generali che aspetti naturalistici del territorio friulano.

SCOPRI LE ATTIVITA' DIDATTICHE DEL MUSEO

news mfsn

Tra Terra e Mare: le Alpi Carniche 300 milioni di anni fa

Museo Friulano di Storia Naturale Dal 21 settembre al 3 novembre 2019 presso la Galleria del Progetto di Palazzo Morpurgo Nell'ambito del progetto Interreg GeoTrAC, finalizzato alla realizzazione di un geoparco transfrontaliero delle Alpi carniche, il Museo Friulano di Storia Naturale allestisce una mostra dedicata alle foreste del Carbonifero, prive di fiori ma ove svettavano alberi alti diverse decine di metri e volavano libellule con l'apertura alare di oltre un metro.

Biomovies 2019 ...sotto le stelle...

Con la rassegna Biomovies, attraverso la proiezione di film-documentari dalle immagini spettacolari, il Museo, in collaborazione con SondrioFestival, intende affrontare temi a carattere naturalistico - ambientali di grande attualità, come il rapporto conflittuale tra l'uomo e la terra. Tutti gli incontri si terranno presso il parco del MFSN.

La storia dell’elefante che arrivò fino a Udine

Dal 24 maggio al 30 giugno 2019 Galleria Tina Modotti (ex Mercato del Pesce) Inaugurazione 23 maggio 2019 ore 18.00 La testa dell’elefante che troneggiava nel Museo Friulano di Storia Naturale quando era allestito nell’Ospedale Vecchio, le vicende storiche nelle quali è stato coinvolto e i loro protagonisti sono al centro della mostra "La storia dell’elefante che arrivò fino a Udine", curata dal Museo Friulano di Storia Naturale, che è ospitata presso la Galleria Tina Modotti in via Paolo Sarpi.

Location da vivere

Spazi ricchi di storia, funzionali e versatili. I CIVICI MUSEI DI UDINE sono la location adatta ad accogliere eventi di vario tipo, perfetti per soddisfare ogni tipo di esigenza.

PRENOTA IL TUO SPAZIO