Questo sito si avvale di cookie tecnici, di cookie analitici e di altri cookie, anche di terze parti, necessari per il funzionamento, per interagire con social network e per usufruire di servizi offerti dal sito. Chiudendo questo banner o accedendo a un'altra pagina del sito acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Per saperne di piu'

Approvo

Ultimi post

  • BUON FERRAGOSTO A TUTTI! Ferragosto era un’antica festa della Roma imperiale. Fu infatti istituita dall'imperatore Augusto nel 18 a.C. e traeva origine dalla tradizione dei Consualia, feste che celebravano la fine dei lavori agricoli, dedicate a Conso, dio della terra e della fertilità. Ma il 15 agosto si celebra anche l’Assunzione di Maria, una delle più antiche feste mariane. Questa Assunta, olio su Tela di Nicola Grassi (1862 – 1748) è esposta alla Galleria d’Arte Antica di Udine. L’opera era conservata nella Chiesa Maria Maddalena dei Filippini, demolita nei primi anni del Novecento.
    Leggi tutto

  • Il Museo Etnografico del Friuli conserva una importante raccolta di sculture lignee di circa 70 pezzi. Oggi potete ammirare alcune di queste opere ristrutturate nella sala ad esse dedicata.
    Leggi tutto

  • Ti trovi in città? Vieni a scoprire le nostre collezioni e a visitare le nostre mostre. Siamo aperti anche a Ferragosto! ;-) #MuseoArcheologico #GalleriaArteAntica #MuseodelRisorgimento #CasaCavazzini #MuseoEtnograficodelFriuli
    Leggi tutto

  • In questo "Giorno felice, la Prima Comunione" Joaquin Sorolla y Bastida si concentra sull’incontro tra la bambina in abito da prima comunione e i parenti che la attorniano. Un'opera del 1892 che rappresenta la fase iniziale del percorso artistico del pittore. Presentata nello stesso anno all’Esposizione Internazionale delle Belle Arti di Madrid, oggi arricchisce la collezione di Casa Cavazzini.
    Leggi tutto

  • Il Museo Etnografico del Friuli rinnova la sala “Luigi e Andreina Ciceri” e si arrichisce di ulteriori opere restaurate da Roberta Righini grazie al contributo della Fondazione Friuli. Fra le nuove sculture, la nobile immagine di Giuseppe di Arimatea, la piccola, raffinata Madonna col Bambino e un San Giovanni Battista.
    Leggi tutto

Presentazione del volume "Dentro le Alpi Carniche"

Martedì 25 giugno 2019 alle ore 18.30, presso la sede del Museo Friulano di Storia Naturale, sarà presentato il libro Dentro le Alpi Carniche di Giuseppe Muscio, conservatore del museo, al quale hanno collaborato anche Maurizio Ponton dell’università di Trieste e Corrado Venturini dell’ateneo di Bologna.
Ingresso libero.

Il volume descrive alcuni panorami geologici del territorio del Geoparco Transfrontaliero delle Alpi Carniche e della Carnia in generale.

Grazie alle immagini panoramiche, realizzate da Ivo Pecile, corredate da un sintetico schema geologico è possibile “leggere”, seppure in maniera semplificata, la geologia dell’area delle Alpi Carniche.
La geologia di un’area si apprezza il più delle volte se vista nella sua globalità e quindi con uno sguardo da lontano: in quest’ottica si inserisce il volume che ha l’obiettivo di aiutare a conoscere la geologia transfrontaliera delle nostre montagne

Il valore di una montagna, di una valle o di un affioramento roccioso, oltre che estetico, è legato all’opportunità che ci offre di comprendere la storia geologica del pianeta, l’evoluzione del territorio o anche semplicemente di un singolo momento dei quasi 500 milioni di storia.

La disponibilità di una miriade di peculiarità geologiche, che rendono l’estremo lembo orientale delle Alpi un unicum a livello mondiale, è una delle ragioni che hanno spinto l’UTI della Carnia, con quella della Val Canale - Canal del Ferro e con il Geopark Karnische Alpen in Carinzia, a creare il Geoparco Transfrontaliero delle Alpi Carniche e a valorizzare l’insieme della geodiversità dell’intera Catena Carnica.

Il volume è stato realizzato nell’ambito del Progetto GeoTrAC - Geoparco Transfrontaliero delle Alpi Carniche - e finanziato dal Programma Interreg V-A Italia-Austria 2014-2020; il Museo Friulano di Storia Naturale è capofila del progetto e vi collaborano anche il Servizio Geologico Regionale e il Museo di Scienze Naturali di Bolzano, garantisce il coordinamento scientifico dell’iniziativa.

Scarica l'invito.

 03 devon chiarsò

Per Informazioni:
Museo Friulano di Storia Naturale
via Sabadini 22
T. 0432 1273211 - email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Location da vivere

Spazi ricchi di storia, funzionali e versatili. I CIVICI MUSEI DI UDINE sono la location adatta ad accogliere eventi di vario tipo, perfetti per soddisfare ogni tipo di esigenza.

PRENOTA IL TUO SPAZIO