Questo sito si avvale di cookie tecnici, di cookie analitici e di altri cookie, anche di terze parti, necessari per il funzionamento, per interagire con social network e per usufruire di servizi offerti dal sito. Chiudendo questo banner o accedendo a un'altra pagina del sito acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Per saperne di piu'

Approvo

Ultimi post

  • BUON FERRAGOSTO A TUTTI! Ferragosto era un’antica festa della Roma imperiale. Fu infatti istituita dall'imperatore Augusto nel 18 a.C. e traeva origine dalla tradizione dei Consualia, feste che celebravano la fine dei lavori agricoli, dedicate a Conso, dio della terra e della fertilità. Ma il 15 agosto si celebra anche l’Assunzione di Maria, una delle più antiche feste mariane. Questa Assunta, olio su Tela di Nicola Grassi (1862 – 1748) è esposta alla Galleria d’Arte Antica di Udine. L’opera era conservata nella Chiesa Maria Maddalena dei Filippini, demolita nei primi anni del Novecento.
    Leggi tutto

  • Il Museo Etnografico del Friuli conserva una importante raccolta di sculture lignee di circa 70 pezzi. Oggi potete ammirare alcune di queste opere ristrutturate nella sala ad esse dedicata.
    Leggi tutto

  • Ti trovi in città? Vieni a scoprire le nostre collezioni e a visitare le nostre mostre. Siamo aperti anche a Ferragosto! ;-) #MuseoArcheologico #GalleriaArteAntica #MuseodelRisorgimento #CasaCavazzini #MuseoEtnograficodelFriuli
    Leggi tutto

  • In questo "Giorno felice, la Prima Comunione" Joaquin Sorolla y Bastida si concentra sull’incontro tra la bambina in abito da prima comunione e i parenti che la attorniano. Un'opera del 1892 che rappresenta la fase iniziale del percorso artistico del pittore. Presentata nello stesso anno all’Esposizione Internazionale delle Belle Arti di Madrid, oggi arricchisce la collezione di Casa Cavazzini.
    Leggi tutto

  • Il Museo Etnografico del Friuli rinnova la sala “Luigi e Andreina Ciceri” e si arrichisce di ulteriori opere restaurate da Roberta Righini grazie al contributo della Fondazione Friuli. Fra le nuove sculture, la nobile immagine di Giuseppe di Arimatea, la piccola, raffinata Madonna col Bambino e un San Giovanni Battista.
    Leggi tutto

Un nuovo diorama al Museo del Risorgimento: La battaglia di Spoleto

Un nuovo diorama, realizzato dall’artista Marco Moisé, che rappresenta un episodio Risorgimentale della campagna italiana del 1860 è stato gentilmente reso disponible da Fabio Fiorentin.

L'opera che racconta la battaglia di Spoleto del 17 settembre 1860, misura cm 42 x 42 ed è realizzata su un supporto di legno; le miniature che raffigurano i personaggi sono fuse in lega di piombo, misurano un’altezza di circa 3 cm e sono state acquistate da ditte svizzere e inglesi. Gli elementi scenici sono in parte autocostruiti e in parte reperiti presso rivenditori specializzati.

L’idea alla base del diorama è quella di offrire al pubblico una lettura non oleografica e convenzionale del Risorgimento italiano, ma preferire temi ed episodi poco noti o suscettibili di offrire spunti di riflessione.

In questo caso, il Combattimento di Spoleto ha visto impegnati reparti Irlandesi al servizio del Papa contro le truppe piemontesi, con l’intento di suggerire una riflessione sulla dimensione complessa - sovranazionale ed europea - del fenomeno di unificazione degli stati nazionali, tra cui l’Italia, e di ribaltare la prospettiva tradizionale che i tanti quadri di ispirazione risorgimentale ci hanno consegnato.

 Orari di apertura

 




 

 

 

 

 

 

Location da vivere

Spazi ricchi di storia, funzionali e versatili. I CIVICI MUSEI DI UDINE sono la location adatta ad accogliere eventi di vario tipo, perfetti per soddisfare ogni tipo di esigenza.

PRENOTA IL TUO SPAZIO