Tra vasi e aromi di spezieria. Visita guidata

8 maggio 2018 ore 16

Antenato del farmacista,  lo speziale ricopriva un ruolo quasi alchemico. All’interno del laboratorio tagliava, mescolava, manipolava, ingredienti “vegetali, animali, minerali” al fine di realizzare i medicamenti ben conservati nei contenitori esposti sugli scaffali della propria bottega.

Le erbe, le sostanze naturali non avevano segreti per questa figura che con il trascorrere del tempo, le scoperte scientifiche e botaniche assumerà una carica sempre più importante fino ad evolversi nel farmacista. In occasione del nuovo allestimento, “Vasa et aromata. Ceramiche di uso apotecario”,della sala delle “Arti del fuoco” si è voluto intraprendere uno studio e un’indagine dei manufatti atti a contenere i medicamenti preparati: albarelli, orcioli, brocche, bottiglie.
La visita è l’occasione per scoprire origine, evoluzione e storia di questi contenitori e addentrarsi nel mondo magico della spezieria, esplorando la loro evoluzione, con la storia in particolare delle farmacie udinesi.

L'incontro gratuito è a cura di Caterina Vidon.

Museo Etnografico del Friuli

 

vaso apotecariovaso apotecario  vaso apotecario vaso apotecario