Questo sito si avvale di cookie tecnici, di cookie analitici e di altri cookie, anche di terze parti, necessari per il funzionamento, per interagire con social network e per usufruire di servizi offerti dal sito. Chiudendo questo banner o accedendo a un'altra pagina del sito acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Per saperne di piu'

Approvo

Ultimi post

  • Per tutti voi amanti dell'arte… Filippo Giuseppini, Il diluvio, 1836, Udine, Galleria d'Arte Antica
    Leggi tutto

  • Buon compleanno Darwin! Per unirvi ai festeggiamenti del Museo Friulano di Storia Naturale, cliccate il programma del #DarwinDay http://bit.ly/DarwinDay18
    Leggi tutto

  • Il modo più interessante per conoscere la nostra storia: una visita al Museo del Risorgimento! http://bit.ly/MuseoRisorgimento
    Leggi tutto

  • Ecco un assaggio delle suggestioni della pittura dal vero tra Otto e Novecento: ora vi aspettiamo a Casa Cavazzini per visitare il resto della mostra "Il fascino del reale" http://bit.ly/IlFascinoDelReale
    Leggi tutto

  • Torna il #DarwinDay del Museo Friulano di Storia Naturale: tra gli ospiti anche il MUSE - Museo delle Scienze! Dal 12 al 23 febbraio festeggiate con noi il compleanno di Darwin? Scoprite il programma ⬇️⬇️⬇️
    Leggi tutto

La Madonna col Bambino di Martino Mioni da Tolmezzo

La saletta della scultura lignea si arrichisce di una nuova opera.
Dopo un attento intervento conservativo al Museo Etnografico del Friuli sarà nuovamente esposta al pubblico, a partire dal 15 novembre 2017 presso la saletta dedicata alle sculture della collezione Ciceri, la statua lignea La Madonna col Bambino, "opus Maertini de Tulmezio - 1498", come è riportato sullo zoccolo. 

L’opera, appartenente ai Musei dal 1952, proviene attraverso il mercato antiquario dalla chiesetta campestre di S. Pietro in Orgnano ed è l’unica icona pervenuta di Martino da Tolmezzo (1450 – 1534), prima pellicciaio e poi pittore e scultore, anche se le carte di archivio parlano di almeno undici ancone di altare eseguite da lui e di altre due a lui commissionate: tutte disperse.

L’opera presenta i caratteri iconografici e stilistici della bottega di Domenico da Tolmezzo, nell’esposizione del Bambino ai fedeli, nella postura di Maria, la cui regalità è avventuata dal brillante oro delle vesti.

 

Location da vivere

Spazi ricchi di storia, funzionali e versatili. I CIVICI MUSEI DI UDINE sono la location adatta ad accogliere eventi di vario tipo, perfetti per soddisfare ogni tipo di esigenza.

PRENOTA IL TUO SPAZIO