Questo sito si avvale di cookie tecnici, di cookie analitici e di altri cookie, anche di terze parti, necessari per il funzionamento, per interagire con social network e per usufruire di servizi offerti dal sito. Chiudendo questo banner o accedendo a un'altra pagina del sito acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Per saperne di piu'

Approvo

Ultimi post

  • ULTIMO WEEKEND PER VISITARE OASIS PHOTOCONTEST. TOUR 2018. Tra formiche e ghepardi, farfalle ed elefanti, orsi e creature degli abissi, gatti e cani di casa, paesaggi africani e nevi antartiche, attraversando i santuari della Natura più vicina a casa nostra, ti porteremo in quel mondo dove l'immagine vale più di mille parole.... La mostra chiude domenica 20 gennaio: noi saremo al Museo Friulano di Storia Naturale ad accoglierti dalle 10.00 alle 13.00 e domenica anche nel pomeriggio, dalle 15.00 alle 17.00. E l'ingresso è gratuito!. Per info chiamaci al n. 0432 1273211
    Leggi tutto

  • Didattica | Conferenza 8 febbraio #MuseoEtnograficodelFriuli #8febbraio STORIA E VICENDE DEGLI ORFANI DI GUERRA FRIULANI Nella 1^ guerra mondiale Il Friuli ebbe il triste primato del più elevato numero di orfani di guerra: si parla di oltre 13.000 orfani, considerando solo i minori. Una attenta ricerca presso l'Archivio di Stato di Udine ha consentito di delineare la storia di questi bambini, strettamente connessa a quelle delle loro madri. Venerdì 8 febbraio alle 16.00 con Gaetano Vinciguerra approfondiremo il tema degli orfani di guerra, del controverso e tardivo intervento normativo di tutela, del difficile ruolo delle madri, del Patronato Friulano per gli Orfani di guerra, della nascita dell'Istituto Friulano per gli orfani di guerra di Rubignacco e dell'azione del Giudice delle Tutele chiamato a decidere sui destini di tanti bambini. Di alcuni di essi si narrerà la storia, come nel caso della piccola Milka... Vi apettiamo al MEF - Museo Etnografico del Friuli venerdì 8 febbraio
    Leggi tutto

  • #BELLOSAPERLO | I tumuli nel paesaggio in Friuli Oggi sappiamo che i tumuli sparsi nel paesaggio friulano sono, in realtà, antiche tombe monumentali nate per dare sepoltura a personaggi importanti delle comunità nell'Età del bronzo. Parliamo, cioé, del periodo che va dal 2500 al 1600 a.C. La tradizione di costruire una tomba monumentale per legare le comunità ai luoghi degli antenati termina nel Bronzo Medio (1600 - 1350 a.C.), periodo in cui nascono, invece, i Castellieri. Vuoi saperene di più? Noi lo racconteremo fino a domenica 13 gennaio al #MuseoArcheologico di Udine con la mostra "Tracce. Paesaggio Antico in Friuli". Suggeriamo di portare anche i bimbi: tra immagini, video e racconti, potranno scoprire quanto di antico c'è ancora nel moderno paesaggio friulano!
    Leggi tutto

  • Didattica | Mostra "Oasis Photocontest. Tour 2018" Cos'è 'Oasis Photocontest'? E' il più importante dei concorsi italiani di fotografia naturalistica e uno dei maggiori a livello europeo, nato «per omaggiare i prodigi del nostro pianeta così come la figura del fotografo naturalistico». La rivista naturalistica Oasis organizza da anni questa iniziativa e il #MuseoFriulanoStoriaNaturale mette in mostra le oltre 50 splendidi immagini che puoi ammirare fino al 20 gennaio L'ingresso è gratuito! Info e orari 👉 https://bit.ly/2S4caaR
    Leggi tutto

  • Programmi per il weekend? Vieni a scoprire i #CiviciMusei di Udine con #Domenicaalmuseo! Domenica 6 gennaio l'ingresso ai Civici Musei di Udine è gratuito: puoi visitare le sedi, ammirare le esposizioni permanenti, apprezzare le mostre temporanee. E l'anno nuovo porta una bella novità: siamo aperti fino alle ore 18.00! :-) #CasaCavazzini #MuseidelCastello #MuseoEtnograficodelFriuli
    Leggi tutto

Geologia sotto le stelle

Il 22 luglio 2017 avrà luogo la 4° edizione di Geologia sotto le Stelle, evento rivolto a grandi e piccini, esperti o semplici curiosi, per avvicinarsi, divertendosi, ai temi della geologia e dell’astronomia. 

L’evento, annuale, si inserisce nel programma delle iniziative del Geoparco delle Alpi Carniche. L’edizione di quest’anno avrà sede ad Illegio, incantevole frazione di Tolmezzo a un passo dal monte Amariana, luogo suggestivo oltre che di grande rilievo geologico: la valle di Illegio e la piega del monte Amariana, così come il conoide detritico dei Rivoli Bianchi, sono riconosciuti come siti geologici, di interesse regionale i primi due, addirittura sovranazionale l’ultimo.

Il programma di Geologia sotto le Stelle è ricco e variegato e propone, per i più attivi, di iniziare già dal pomeriggio, con due facili escursioni a tema geologico. Le due passeggiate, una prima ai Rivoli Bianchi e una successiva fino alla Pieve di San Floriano, per ammirare la valle sospesa di Illegio, la valle del But e il maestoso comprensorio del Coglians in lontananza, termineranno all’imbrunire.

Il tempo di una cena nei graziosi locali del paese per attendere l’imbrunire e l’arrivo del grande pubblico e poi avrà inizio l’evento vero e proprio. Appuntamento iniziale presso il Teatro Tenda, per l’apertura della manifestazione con una lettura scenica su testi del grande geologo carnico Michele Gortani a cura di Carlo Tolazzi. Seguirà la proiezione, in prima assoluta, di un videodocumentario sul monte Amariana, a cura di SentieriNatura.

Dopo questa prima fase “a reti unificate”, apriranno numerose postazioni dislocate in varie sedi del centro storico di Illegio: speed date geologici per chiacchierare con gli esperti e maneggiare reperti, laboratori ed esperimenti scientifici per adulti e bambini, l’osservazione della volta celeste con il telescopio, mostre e proiezioni, brevi lezioni sul GPS, brevi tour di osservazione e ascolto dei pipistrelli… I partecipanti potranno passeggiare liberamente per le vie del paese, soffermandosi sulle proposte di maggior interesse, ammirando il paese, la sua sorgente e i suoi mulini, che saranno aperti e visitabili. Per l‘occasione, inoltre, la mostra d’arte “Amanti: passioni umane e divine” osserverà un’apertura straordinaria serale.

Una serata in cui godere, dunque, di scienze, arti, tradizioni locali in una cornice di straordinaria suggestione.

La manifestazione si inserisce nel progetto GeoTrAC, sostenuto con fondi Interreg V I-A 2014-2020. Il progetto, che sta portando alla creazione di un Geoparco Transfrontaliero delle Alpi Carniche, vede la collaborazione di UTI della Carnia, UTI della Valcanale-Canal del Ferro, Museo Friulano di Storia Naturale, Geopark Karnische Alpen, Museo di Scienze Naturali di Bolzano.

L’evento avrà luogo anche in caso di maltempo.

La partecipazione è libera e gratuita.

Per informazioni:

Ufficio Geoparco / CarniaMusei, UTI della Carnia

Tel. 0433 487779 – 0433 487726

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Facebook https://www.facebook.com/carniamusei




DOWNLOAD LOCANDINA

Location da vivere

Spazi ricchi di storia, funzionali e versatili. I CIVICI MUSEI DI UDINE sono la location adatta ad accogliere eventi di vario tipo, perfetti per soddisfare ogni tipo di esigenza.

PRENOTA IL TUO SPAZIO