Questo sito si avvale di cookie tecnici, di cookie analitici e di altri cookie, anche di terze parti, necessari per il funzionamento, per interagire con social network e per usufruire di servizi offerti dal sito. Chiudendo questo banner o accedendo a un'altra pagina del sito acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Per saperne di piu'

Approvo

Ultimi post

  • “Medusa” di Galileo Chini è un'opera del 1906 che trovate a Casa Cavazzini. L'artista rappresenta la mitica creatura in tutta la sua mostruosità, a partire dal volto incorniciato da un groviglio di serpenti e dalle ali dispiegate che sostengono il capo sospeso in volo.
    Leggi tutto

  • L’ACQUA. SEGUIAMO IL SUO PERCORSO. Un itinerario per grandi e piccoli focalizzato sulle ampie valenze che ruotano intorno all’acqua. Acqua come risorsa; acqua fonte di sostentamento, acqua bene per l’uomo e le sue attività. Ma acqua anche nei suoi significati sacri e simbolici. L’appuntamento è per mercoledì 28 agosto alle ore 15 al Museo Etnografico del Friuli (ingresso libero).
    Leggi tutto

  • BUON FERRAGOSTO A TUTTI! Ferragosto era un’antica festa della Roma imperiale. Fu infatti istituita dall'imperatore Augusto nel 18 a.C. e traeva origine dalla tradizione dei Consualia, feste che celebravano la fine dei lavori agricoli, dedicate a Conso, dio della terra e della fertilità. Ma il 15 agosto si celebra anche l’Assunzione di Maria, una delle più antiche feste mariane. Questa Assunta, olio su Tela di Nicola Grassi (1862 – 1748) è esposta alla Galleria d’Arte Antica di Udine. L’opera era conservata nella Chiesa Maria Maddalena dei Filippini, demolita nei primi anni del Novecento.
    Leggi tutto

  • Il Museo Etnografico del Friuli conserva una importante raccolta di sculture lignee di circa 70 pezzi. Oggi potete ammirare alcune di queste opere ristrutturate nella sala ad esse dedicata.
    Leggi tutto

  • Ti trovi in città? Vieni a scoprire le nostre collezioni e a visitare le nostre mostre. Siamo aperti anche a Ferragosto! ;-) #MuseoArcheologico #GalleriaArteAntica #MuseodelRisorgimento #CasaCavazzini #MuseoEtnograficodelFriuli
    Leggi tutto

Geologia sotto le stelle

Il 22 luglio 2017 avrà luogo la 4° edizione di Geologia sotto le Stelle, evento rivolto a grandi e piccini, esperti o semplici curiosi, per avvicinarsi, divertendosi, ai temi della geologia e dell’astronomia. 

L’evento, annuale, si inserisce nel programma delle iniziative del Geoparco delle Alpi Carniche. L’edizione di quest’anno avrà sede ad Illegio, incantevole frazione di Tolmezzo a un passo dal monte Amariana, luogo suggestivo oltre che di grande rilievo geologico: la valle di Illegio e la piega del monte Amariana, così come il conoide detritico dei Rivoli Bianchi, sono riconosciuti come siti geologici, di interesse regionale i primi due, addirittura sovranazionale l’ultimo.

Il programma di Geologia sotto le Stelle è ricco e variegato e propone, per i più attivi, di iniziare già dal pomeriggio, con due facili escursioni a tema geologico. Le due passeggiate, una prima ai Rivoli Bianchi e una successiva fino alla Pieve di San Floriano, per ammirare la valle sospesa di Illegio, la valle del But e il maestoso comprensorio del Coglians in lontananza, termineranno all’imbrunire.

Il tempo di una cena nei graziosi locali del paese per attendere l’imbrunire e l’arrivo del grande pubblico e poi avrà inizio l’evento vero e proprio. Appuntamento iniziale presso il Teatro Tenda, per l’apertura della manifestazione con una lettura scenica su testi del grande geologo carnico Michele Gortani a cura di Carlo Tolazzi. Seguirà la proiezione, in prima assoluta, di un videodocumentario sul monte Amariana, a cura di SentieriNatura.

Dopo questa prima fase “a reti unificate”, apriranno numerose postazioni dislocate in varie sedi del centro storico di Illegio: speed date geologici per chiacchierare con gli esperti e maneggiare reperti, laboratori ed esperimenti scientifici per adulti e bambini, l’osservazione della volta celeste con il telescopio, mostre e proiezioni, brevi lezioni sul GPS, brevi tour di osservazione e ascolto dei pipistrelli… I partecipanti potranno passeggiare liberamente per le vie del paese, soffermandosi sulle proposte di maggior interesse, ammirando il paese, la sua sorgente e i suoi mulini, che saranno aperti e visitabili. Per l‘occasione, inoltre, la mostra d’arte “Amanti: passioni umane e divine” osserverà un’apertura straordinaria serale.

Una serata in cui godere, dunque, di scienze, arti, tradizioni locali in una cornice di straordinaria suggestione.

La manifestazione si inserisce nel progetto GeoTrAC, sostenuto con fondi Interreg V I-A 2014-2020. Il progetto, che sta portando alla creazione di un Geoparco Transfrontaliero delle Alpi Carniche, vede la collaborazione di UTI della Carnia, UTI della Valcanale-Canal del Ferro, Museo Friulano di Storia Naturale, Geopark Karnische Alpen, Museo di Scienze Naturali di Bolzano.

L’evento avrà luogo anche in caso di maltempo.

La partecipazione è libera e gratuita.

Per informazioni:

Ufficio Geoparco / CarniaMusei, UTI della Carnia

Tel. 0433 487779 – 0433 487726

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Facebook https://www.facebook.com/carniamusei




DOWNLOAD LOCANDINA

Location da vivere

Spazi ricchi di storia, funzionali e versatili. I CIVICI MUSEI DI UDINE sono la location adatta ad accogliere eventi di vario tipo, perfetti per soddisfare ogni tipo di esigenza.

PRENOTA IL TUO SPAZIO