Questo sito si avvale di cookie tecnici, di cookie analitici e di altri cookie, anche di terze parti, necessari per il funzionamento, per interagire con social network e per usufruire di servizi offerti dal sito. Chiudendo questo banner o accedendo a un'altra pagina del sito acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Per saperne di piu'

Approvo

Ultimi post

  • #countdwn - 3 al primo giorno di #primavera! Udine, inizio '900. Questa foto racconta di una gita in calesse fuori porta in una giornata primaverile e fa parte della collezione che Luigi e Andreina Ciceri donarono al MEF - Museo Etnografico del Friuli. I coniugi Ciceri, per illustrare e documentare la vita e le tradizioni popolari, raccolsero ogni genere di materiali: oggetti e opere d’arte, fotografie e notizie, curando anche la pubblicazione di diversi volumi di racconti e di arte popolare.
    Leggi tutto

  • #countdown - 4 al primo giorno di primavera! Vuoi dare con noi il tuo benvenuto alla Primavera? Vieni a scoprire le opere dei Civici Musei di Udine che raccontano le stagioni o rappresentano i paesaggi e, se ti va, citale qui nei commenti! Qui proponiamo "Terra in fiore", l'omaggio di Beppe Ciardi alla primavera e alla vita. Uno scorcio di natura, probabilmente di una zona trevigiana ben conosciuta al Ciardi, che rappresenta una prima presa di distanza dal paesaggismo veneziano tardo-ottocentesco. Pur nel suo impianto verista, il quadro è realizzato infatti con una pittura di macchia ed il titolo pare anche incoraggiare una interpretazione simbolista (la ragazza in primo piano "personifica" la terra fiorita).
    Leggi tutto

  • Grazie a ERT FVG ritorna "Note in Castello": il ciclo di concerti delle eccellenze della musica regionale, nazionale e internazionale. Vi aspettiamo domani 16 marzo alle ore 18.00 nel bellissimo Salone del Parlamento del Castello di Udine!
    Leggi tutto

  • I sistemi tridimensionali risalgono alla seconda metà dell'800: allora si chiamavano stereoscopie, ma l'effetto era comunque quello di "entrare" nelle immagini, quasi a toccare con mano le cose, sentendosi in quel luogo in quel preciso momento. Oggi, nell’era delle nuove tecnologie, questi strumenti ci permettono di raccontare al meglio il mondo antico: le immagini in 3D sono fantastiche per studiare, valorizzare e diffondere opere dell'antichità! Qui siamo al Museo Archeologico mentre vengono realizzate alcune immagini 3D dei nostri reperti.
    Leggi tutto

  • PANE E ALFABETO | MEF - Museo Etnografico del Friuli | WORK IN PROGESS Dalla ricerca di Gaetano Vinciguerra nasce al #MEF un nuovo percorso dedicato alle scuole elementari comunali di Udine dal 1866 al 1933. Stiamo infatti allestendo la nostra playroom con un racconto che spazierà dall'edilizia scolastica di quegli anni all'innovazione della didattica, dal tema dell'assistenza scolastica ai problemi della refezione scolastica per i più poveri, senza trascurare i progetti a quel tempo realizzati per togliere i bambini dalla strada. Il 29 marzo alle 16.30 vi aspettiamo all'inaugurazione! Segnate in calendario ;-)
    Leggi tutto

L'illustratore Manuele Fior a Udine

Il 26 e 27 maggio ritorna a Udine, città dove ha vissuto, Manuele Fior, uno degli illustratori protagonisti della mostra “L’Offensiva di carta. La Grande Guerra illustrata, dalla collezione Luxardo al fumetto contemporaneo” in corso al Castello di Udine.
Fior oggi collabora con giornali e riviste internazionali, come “The New Yorker” e “Le Monde”, e a Udine incontrerà il pubblico in due momenti: al Visionario e al Castello, per una speciale visita guidata.


Si comincia il 26 maggio alle ore 18.30 al Visionario, dove l’autore ritorna a distanza di più di dieci anni: nel 2005 lo spazio bar ospitava infatti una piccola mostra di un autore che iniziava a farsi notare nel campo della graphic novel. Erano circa cinquanta tavole in bianco e nero, quattro brevi racconti in forma di fumetto scritti e narrati in friulano dal titolo Quatri bogns motîfs.
Manuele Fior racconterà cosa è successo in tutti questi anni e il pubblico avrà più di “quattro buoni motivi” per ascoltare ciò che lo ha stimolato: l’amore per il cinema, per l’architettura e la narrativa, oltre che per tutti i soggetti che tratta da protagonisti nei suoi racconti.

Il suo ultimo lavoro importante è il libro I giorni della merla, 2016, Coconino–Press/Fanfango, da cui è tratto un intenso racconto esposto nella sezione dedicata agli illustratori contemporanei in mostra al Castello di Udine.
Sarà proprio Manuele Fior la guida d’eccezione alla visita de “L’Offensiva di carta. La Grande Guerra illustrata, dalla collezione Luxardo al fumetto contemporaneo” che si terrà sabato 27 maggio alle ore 10.30. La visita si arricchirà di una conversazione con l’illustratore incentrata sul suo percorso lavorativo. All’incontro, occasione per visitare l’esposizione con uno sguardo contemporaneo, si potrà partecipare su prenotazione fino a esaurimento posti, chiamando lo 0432 1272591 (da martedì a domenica dalle 10.30 alle 19, lunedì dalle 10.30 alle 17). Alla visita sono invitati in particolare i giovani, che potranno confrontarsi con un illustratore di successo partito, come loro, da Udine: il biglietto d’ingresso al museo è gratuito per studenti di elementari e medie inferiori, giovani fino ai 18 anni, studenti del corso di laurea in Conservazione dei Beni Culturali dell’Università di Udine e studenti dell’Accademia di Belle Arti di Venezia. Il ridotto (4 euro) è valido per giovani oltre i 18 e fino ai 29 anni, studenti universitari, titolari tessera carta giovani e entrambi i genitori di un nucleo familiare con i figli. Biglietto intero 8 euro.
Manuele Fior inaugura un ciclo di incontri con gli autori contemporanei protagonisti della mostra in corso al Castello di Udine, promosso dal Comune di Udine in collaborazione con il CAV Centro per le Arti Visive: prossimo appuntamento sarà a giugno con Gipi (Gianni Pacinotti).

Manuele Fior / biografia

Classe 1975, ha vissuto a Udine; dopo la laurea in Architettura a Venezia si trasferisce a Berlino dove ha lavorato come architetto e illustratore e ora vive a Parigi.
Nel 2001 inizia la collaborazione con l’editore Avant-Verlag. Produce diverse storie brevi apparse sulle riviste “Black”, “Bile Noire”, “Stripburger” e “Osmosa”. Pubblica vari album con le edizioni Coconino Press. Con Cinquemila Chilometri Al Secondo, 2010 vince il premio al “Miglior Album” al Festival Internazionale di Angoulême.
Collabora con le sue illustrazioni per giornali e riviste internazionali come “The New Yorker” e “Le Monde”.
Con l’ultimo libro I giorni della merla, 2016, Coconino Press-Fandango, Fior ci porta in luoghi e tempi diversi, fra gli immigrati nella Berlino e nella Parigi di oggi e fra soldati francesi della Prima Guerra Mondiale.

 

Location da vivere

Spazi ricchi di storia, funzionali e versatili. I CIVICI MUSEI DI UDINE sono la location adatta ad accogliere eventi di vario tipo, perfetti per soddisfare ogni tipo di esigenza.

PRENOTA IL TUO SPAZIO