Questo sito si avvale di cookie tecnici, di cookie analitici e di altri cookie, anche di terze parti, necessari per il funzionamento, per interagire con social network e per usufruire di servizi offerti dal sito. Chiudendo questo banner o accedendo a un'altra pagina del sito acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Per saperne di piu'

Approvo

Ultimi post

  • ULTIMO WEEKEND PER VISITARE OASIS PHOTOCONTEST. TOUR 2018. Tra formiche e ghepardi, farfalle ed elefanti, orsi e creature degli abissi, gatti e cani di casa, paesaggi africani e nevi antartiche, attraversando i santuari della Natura più vicina a casa nostra, ti porteremo in quel mondo dove l'immagine vale più di mille parole.... La mostra chiude domenica 20 gennaio: noi saremo al Museo Friulano di Storia Naturale ad accoglierti dalle 10.00 alle 13.00 e domenica anche nel pomeriggio, dalle 15.00 alle 17.00. E l'ingresso è gratuito!. Per info chiamaci al n. 0432 1273211
    Leggi tutto

  • Didattica | Conferenza 8 febbraio #MuseoEtnograficodelFriuli #8febbraio STORIA E VICENDE DEGLI ORFANI DI GUERRA FRIULANI Nella 1^ guerra mondiale Il Friuli ebbe il triste primato del più elevato numero di orfani di guerra: si parla di oltre 13.000 orfani, considerando solo i minori. Una attenta ricerca presso l'Archivio di Stato di Udine ha consentito di delineare la storia di questi bambini, strettamente connessa a quelle delle loro madri. Venerdì 8 febbraio alle 16.00 con Gaetano Vinciguerra approfondiremo il tema degli orfani di guerra, del controverso e tardivo intervento normativo di tutela, del difficile ruolo delle madri, del Patronato Friulano per gli Orfani di guerra, della nascita dell'Istituto Friulano per gli orfani di guerra di Rubignacco e dell'azione del Giudice delle Tutele chiamato a decidere sui destini di tanti bambini. Di alcuni di essi si narrerà la storia, come nel caso della piccola Milka... Vi apettiamo al MEF - Museo Etnografico del Friuli venerdì 8 febbraio
    Leggi tutto

  • #BELLOSAPERLO | I tumuli nel paesaggio in Friuli Oggi sappiamo che i tumuli sparsi nel paesaggio friulano sono, in realtà, antiche tombe monumentali nate per dare sepoltura a personaggi importanti delle comunità nell'Età del bronzo. Parliamo, cioé, del periodo che va dal 2500 al 1600 a.C. La tradizione di costruire una tomba monumentale per legare le comunità ai luoghi degli antenati termina nel Bronzo Medio (1600 - 1350 a.C.), periodo in cui nascono, invece, i Castellieri. Vuoi saperene di più? Noi lo racconteremo fino a domenica 13 gennaio al #MuseoArcheologico di Udine con la mostra "Tracce. Paesaggio Antico in Friuli". Suggeriamo di portare anche i bimbi: tra immagini, video e racconti, potranno scoprire quanto di antico c'è ancora nel moderno paesaggio friulano!
    Leggi tutto

  • Didattica | Mostra "Oasis Photocontest. Tour 2018" Cos'è 'Oasis Photocontest'? E' il più importante dei concorsi italiani di fotografia naturalistica e uno dei maggiori a livello europeo, nato «per omaggiare i prodigi del nostro pianeta così come la figura del fotografo naturalistico». La rivista naturalistica Oasis organizza da anni questa iniziativa e il #MuseoFriulanoStoriaNaturale mette in mostra le oltre 50 splendidi immagini che puoi ammirare fino al 20 gennaio L'ingresso è gratuito! Info e orari 👉 https://bit.ly/2S4caaR
    Leggi tutto

  • Programmi per il weekend? Vieni a scoprire i #CiviciMusei di Udine con #Domenicaalmuseo! Domenica 6 gennaio l'ingresso ai Civici Musei di Udine è gratuito: puoi visitare le sedi, ammirare le esposizioni permanenti, apprezzare le mostre temporanee. E l'anno nuovo porta una bella novità: siamo aperti fino alle ore 18.00! :-) #CasaCavazzini #MuseidelCastello #MuseoEtnograficodelFriuli
    Leggi tutto

L'illustratore Manuele Fior a Udine

Il 26 e 27 maggio ritorna a Udine, città dove ha vissuto, Manuele Fior, uno degli illustratori protagonisti della mostra “L’Offensiva di carta. La Grande Guerra illustrata, dalla collezione Luxardo al fumetto contemporaneo” in corso al Castello di Udine.
Fior oggi collabora con giornali e riviste internazionali, come “The New Yorker” e “Le Monde”, e a Udine incontrerà il pubblico in due momenti: al Visionario e al Castello, per una speciale visita guidata.


Si comincia il 26 maggio alle ore 18.30 al Visionario, dove l’autore ritorna a distanza di più di dieci anni: nel 2005 lo spazio bar ospitava infatti una piccola mostra di un autore che iniziava a farsi notare nel campo della graphic novel. Erano circa cinquanta tavole in bianco e nero, quattro brevi racconti in forma di fumetto scritti e narrati in friulano dal titolo Quatri bogns motîfs.
Manuele Fior racconterà cosa è successo in tutti questi anni e il pubblico avrà più di “quattro buoni motivi” per ascoltare ciò che lo ha stimolato: l’amore per il cinema, per l’architettura e la narrativa, oltre che per tutti i soggetti che tratta da protagonisti nei suoi racconti.

Il suo ultimo lavoro importante è il libro I giorni della merla, 2016, Coconino–Press/Fanfango, da cui è tratto un intenso racconto esposto nella sezione dedicata agli illustratori contemporanei in mostra al Castello di Udine.
Sarà proprio Manuele Fior la guida d’eccezione alla visita de “L’Offensiva di carta. La Grande Guerra illustrata, dalla collezione Luxardo al fumetto contemporaneo” che si terrà sabato 27 maggio alle ore 10.30. La visita si arricchirà di una conversazione con l’illustratore incentrata sul suo percorso lavorativo. All’incontro, occasione per visitare l’esposizione con uno sguardo contemporaneo, si potrà partecipare su prenotazione fino a esaurimento posti, chiamando lo 0432 1272591 (da martedì a domenica dalle 10.30 alle 19, lunedì dalle 10.30 alle 17). Alla visita sono invitati in particolare i giovani, che potranno confrontarsi con un illustratore di successo partito, come loro, da Udine: il biglietto d’ingresso al museo è gratuito per studenti di elementari e medie inferiori, giovani fino ai 18 anni, studenti del corso di laurea in Conservazione dei Beni Culturali dell’Università di Udine e studenti dell’Accademia di Belle Arti di Venezia. Il ridotto (4 euro) è valido per giovani oltre i 18 e fino ai 29 anni, studenti universitari, titolari tessera carta giovani e entrambi i genitori di un nucleo familiare con i figli. Biglietto intero 8 euro.
Manuele Fior inaugura un ciclo di incontri con gli autori contemporanei protagonisti della mostra in corso al Castello di Udine, promosso dal Comune di Udine in collaborazione con il CAV Centro per le Arti Visive: prossimo appuntamento sarà a giugno con Gipi (Gianni Pacinotti).

Manuele Fior / biografia

Classe 1975, ha vissuto a Udine; dopo la laurea in Architettura a Venezia si trasferisce a Berlino dove ha lavorato come architetto e illustratore e ora vive a Parigi.
Nel 2001 inizia la collaborazione con l’editore Avant-Verlag. Produce diverse storie brevi apparse sulle riviste “Black”, “Bile Noire”, “Stripburger” e “Osmosa”. Pubblica vari album con le edizioni Coconino Press. Con Cinquemila Chilometri Al Secondo, 2010 vince il premio al “Miglior Album” al Festival Internazionale di Angoulême.
Collabora con le sue illustrazioni per giornali e riviste internazionali come “The New Yorker” e “Le Monde”.
Con l’ultimo libro I giorni della merla, 2016, Coconino Press-Fandango, Fior ci porta in luoghi e tempi diversi, fra gli immigrati nella Berlino e nella Parigi di oggi e fra soldati francesi della Prima Guerra Mondiale.

 

Location da vivere

Spazi ricchi di storia, funzionali e versatili. I CIVICI MUSEI DI UDINE sono la location adatta ad accogliere eventi di vario tipo, perfetti per soddisfare ogni tipo di esigenza.

PRENOTA IL TUO SPAZIO