La donna friulana emigrante

Martedì 28 marzo 2017 ore 15.00

Museo Etnografico del Friuli

Conversazione di Elio Varutti

Nei periodi di emigrazione stagionale di mariti, padri e fratelli, il compito della donna era quello di garantire e preservare l'unità e la continuità della famiglia che rimaneva nel paese. Quando le donne seguono la famiglia nel progetto migratorio cercano di ricostituire l'unità familiare che rischiava la disgregazione. Le donne scelgono di partire per lavorare come governanti, bambinaie e donne di servizio o entrarono nelle fabbriche, in qualità di operaie.

Ingresso libero