Strange Correspondences

10-11 marzo 2017

Casa Cavazzini 

“Strange Correspondences” è un convegno “insolito” che si svolge il 10 e 11 marzo dalle 10 alle 17 a Casa Cavazzini e la sera di venerdì 10 marzo dalle 20.30 a Visionario a Udine. L’idea nasce dall’esigenza di riflessione sulla produzione legata al rapporto tra i sistemi di comunicazione e l’attività degli artisti nella contemporaneità ed è dedicato alla figura di Piermario Ciani, antesignano per molti aspetti di questi temi.
L’esplorazione è rivolta alla riflessione sulle connessioni tra diverse pratiche artistiche, da quelle che hanno generato a quelle che hanno utilizzato ed utilizzano le reti di comunicazione. “Strange Correspondences” unisce alle relazioni di studiosi come Vittore Baroni, Valentina Tanni, Domenico Quaranta, Vanni Brusadin, Vuk Cosic, quelle di artisti e teorici noti a livello internazionale, come gli IRWIN, Janez Janša e Antonio della Marina. Le presentazioni si intervalleranno a proiezioni video, come nell’illustrazione del progetto “Squeeze it” da parte di Giuliana Carbi, a performance musicali, come da parte di JesterN di Hybrida, agli “Speaker Corner” con la prima assoluta del film di Rino Stefano Tagliafierro “Beauty Censored” o l’esperienza veneziana, presso la sede di San Servolo dell’Accademia di Belle Arti, di BYOB, presentata da Manuel Frara. Marco De Stefani, in un periodo in cui è veramente difficile il controllo del diritto d’autore e rileggendo il fenomeno di Luther Blissett quale identità collettiva, introdurrà il concetto di copyleft.
Un momento particolare sarà la consegna dei passaporti dello stato artistico utopico NSK (Neue Slowenische Kunst) da parte dei suoi ambasciatori! Uno stato molto vicino alle Funtastic United Nations di Piermario Ciani. Una visione raccontanta anche in “Dobia: tempo per un nuovo stato” da Frediano Bortolotti. Sempre a Casa Cavazzini saranno esposte in maniera estemporanea le diramazioni artistiche prese in esame, a cominciare dalle produzioni multiple di Piermario Ciani, libri, cartoline, stickers...
La sera del 10 marzo a Visionario è visibile l’installazione Light Art di Hybrida, alla quale segue la proiezione del film Janez Janša, Janez Janša, Janez Janša, “NAME Readymade” in Sala Minerva alle 20.30, per finire con una performance creata apposta per l’occasione da DeisoN di Hybrida.

La manifestazione è curata da Paola Bristot e Marco Pasian che si è occupato anche della comunicazione grafica e degli allestimenti temporanei.

Programma della manifestazione al sito https://strangecorrespondences.wordpress.com/

PiermarioCiani 4ofMyDeadMasters francobolli1995