Questo sito si avvale di cookie tecnici, di cookie analitici e di altri cookie, anche di terze parti, necessari per il funzionamento, per interagire con social network e per usufruire di servizi offerti dal sito. Chiudendo questo banner o accedendo a un'altra pagina del sito acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Per saperne di piu'

Approvo

Ultimi post

  • Buona domenica dai #CiviciMusei di Udine! Dalla collezione della #GalleriadArteAntica, abbiamo scelto questa “Natura morta con fiori e frutta”, opera di pittore locale del XIX secolo in cui predominano i colori dell’autunno, dell’uva e delle mele. Si tratta di un’opera di autore anonimo che, per la scelta del tema, per la magrezza della pennellata e per la caratteristica rigidità delle forme, viene datata tra il 1860 e il 1870. La tela fa parte del lascito di Gina Dorta del 1992 ed è un piacevole esempio di composizione destinata ai privati: forse ai salotti della classe borghese del tempo.
    Leggi tutto

  • Il Museo Archeologico di Udine "in mostra" alle Scuderie del Quirinale! Ebbene sì, anche il nostro #MuseoArcheologico ha contribuito, con il prestito di alcuni reperti, alla realizzazione della mostra “Ovidio. Amori, miti e altre storie” che riunisce oltre 200 opere provenienti da 80 musei diversi, italiani e internazionali. Hanno infatti raggiunto le Scuderie del Quirinale 3 oggetti da toeletta e abbellimento in ambra, rinvenuti ad Aquileia, che nel 1883 Francesco di Toppo donò all'allora Museo Civico: un anello con un busto di donna panneggiato; una pisside raffigurante in rilievo quattro amorini; una spatolina per uso cosmetico. Francesco di Toppo andava particolarmente fiero della sua collezione: si dice avesse l’abitudine di mostrarla a tutti coloro che visitavano la sua casa di via Savorgnana! Oggi, grazie a lui, questa collezione costituisce una parte preziosa del nostro Museo.
    Leggi tutto

  • #MuseoEtnografico Monica Peron di AnthropoiXXI ci parla dei laboratori didattici organizzati per la mostra "Un tempo... sui banchi di scuola". Sul tema ricordiamo anche la conferenza gratuita "Gli insegnamenti artistici tra ieri e oggi nella pratica primaria scolastica" che Veronica Civino terrà al Museo Etnografico del Friuli venerdì 19 ottobre alle 16.30. https://bit.ly/2CoUOAC
    Leggi tutto

  • #CasaCavazzini Il 19 ottobre Casa Cavazzini ospita la conferenza di Paolo Patres, studioso ed esperto di storia e critica dell’arte moderna: Nell'incontro verrà approfondita la storia e l’identità artistica del Friuli attraverso i due scritti del sanvitese Federico Altan: 'Memorie intorno alla Vita ed all’Opere dell’insigne Pittore Pomponio Amalteo' (1753) e 'Del vario stato della pittura in Friuli, dalla caduta del Romano Impero fino a’ tempi nostri', pubblicato postumo nel 1772. La conferenza inizia alle 17,30 con l'introduzione di Giuseppe Bergamini e Vania Gransinigh http://www.civicimuseiudine.it/it/news/712-conferenza-federico-altan-e-la-cultura-artistica-del-suo-tempo-in-friuli
    Leggi tutto

  • #MuseoArcheologico Sono ancora presenti, in Friuli, i resti di un paesaggio antico di quattromila anni, fatto di tumuli funerari e castellieri, riconoscibili nelle piccole alture isolate e nei terreni circondati da argini. Antichissime testimonianze, spesso difficili da percepire perché rimaneggiate e intaccate nel corso del tempo e/o coperte dalla vegetazione. La mostra 'Tracce. Paesaggio antico in Friuli.' ne indaga le evidenze meglio conservate e offre ai visitatori un piccolo viaggio nel Friuli preromano, dove le tracce del passato si integrano con le bellezze naturalistiche del presente. La mostra é stata prorogata e potete visitarla fino al 13 gennaio 2019! http://www.civicimuseiudine.it/it/mostre-eventi/19-il-castello/museo-archeologico/688-tracce-paesaggio-antico-in-friuli
    Leggi tutto

Strange Correspondences

10-11 marzo 2017

Casa Cavazzini 

“Strange Correspondences” è un convegno “insolito” che si svolge il 10 e 11 marzo dalle 10 alle 17 a Casa Cavazzini e la sera di venerdì 10 marzo dalle 20.30 a Visionario a Udine. L’idea nasce dall’esigenza di riflessione sulla produzione legata al rapporto tra i sistemi di comunicazione e l’attività degli artisti nella contemporaneità ed è dedicato alla figura di Piermario Ciani, antesignano per molti aspetti di questi temi.
L’esplorazione è rivolta alla riflessione sulle connessioni tra diverse pratiche artistiche, da quelle che hanno generato a quelle che hanno utilizzato ed utilizzano le reti di comunicazione. “Strange Correspondences” unisce alle relazioni di studiosi come Vittore Baroni, Valentina Tanni, Domenico Quaranta, Vanni Brusadin, Vuk Cosic, quelle di artisti e teorici noti a livello internazionale, come gli IRWIN, Janez Janša e Antonio della Marina. Le presentazioni si intervalleranno a proiezioni video, come nell’illustrazione del progetto “Squeeze it” da parte di Giuliana Carbi, a performance musicali, come da parte di JesterN di Hybrida, agli “Speaker Corner” con la prima assoluta del film di Rino Stefano Tagliafierro “Beauty Censored” o l’esperienza veneziana, presso la sede di San Servolo dell’Accademia di Belle Arti, di BYOB, presentata da Manuel Frara. Marco De Stefani, in un periodo in cui è veramente difficile il controllo del diritto d’autore e rileggendo il fenomeno di Luther Blissett quale identità collettiva, introdurrà il concetto di copyleft.
Un momento particolare sarà la consegna dei passaporti dello stato artistico utopico NSK (Neue Slowenische Kunst) da parte dei suoi ambasciatori! Uno stato molto vicino alle Funtastic United Nations di Piermario Ciani. Una visione raccontanta anche in “Dobia: tempo per un nuovo stato” da Frediano Bortolotti. Sempre a Casa Cavazzini saranno esposte in maniera estemporanea le diramazioni artistiche prese in esame, a cominciare dalle produzioni multiple di Piermario Ciani, libri, cartoline, stickers...
La sera del 10 marzo a Visionario è visibile l’installazione Light Art di Hybrida, alla quale segue la proiezione del film Janez Janša, Janez Janša, Janez Janša, “NAME Readymade” in Sala Minerva alle 20.30, per finire con una performance creata apposta per l’occasione da DeisoN di Hybrida.

La manifestazione è curata da Paola Bristot e Marco Pasian che si è occupato anche della comunicazione grafica e degli allestimenti temporanei.

Programma della manifestazione al sito https://strangecorrespondences.wordpress.com/

PiermarioCiani 4ofMyDeadMasters francobolli1995

Location da vivere

Spazi ricchi di storia, funzionali e versatili. I CIVICI MUSEI DI UDINE sono la location adatta ad accogliere eventi di vario tipo, perfetti per soddisfare ogni tipo di esigenza.

PRENOTA IL TUO SPAZIO