Questo sito si avvale di cookie tecnici, di cookie analitici e di altri cookie, anche di terze parti, necessari per il funzionamento, per interagire con social network e per usufruire di servizi offerti dal sito. Chiudendo questo banner o accedendo a un'altra pagina del sito acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Per saperne di piu'

Approvo

Ultimi post

  • ULTIMO WEEKEND PER VISITARE OASIS PHOTOCONTEST. TOUR 2018. Tra formiche e ghepardi, farfalle ed elefanti, orsi e creature degli abissi, gatti e cani di casa, paesaggi africani e nevi antartiche, attraversando i santuari della Natura più vicina a casa nostra, ti porteremo in quel mondo dove l'immagine vale più di mille parole.... La mostra chiude domenica 20 gennaio: noi saremo al Museo Friulano di Storia Naturale ad accoglierti dalle 10.00 alle 13.00 e domenica anche nel pomeriggio, dalle 15.00 alle 17.00. E l'ingresso è gratuito!. Per info chiamaci al n. 0432 1273211
    Leggi tutto

  • Didattica | Conferenza 8 febbraio #MuseoEtnograficodelFriuli #8febbraio STORIA E VICENDE DEGLI ORFANI DI GUERRA FRIULANI Nella 1^ guerra mondiale Il Friuli ebbe il triste primato del più elevato numero di orfani di guerra: si parla di oltre 13.000 orfani, considerando solo i minori. Una attenta ricerca presso l'Archivio di Stato di Udine ha consentito di delineare la storia di questi bambini, strettamente connessa a quelle delle loro madri. Venerdì 8 febbraio alle 16.00 con Gaetano Vinciguerra approfondiremo il tema degli orfani di guerra, del controverso e tardivo intervento normativo di tutela, del difficile ruolo delle madri, del Patronato Friulano per gli Orfani di guerra, della nascita dell'Istituto Friulano per gli orfani di guerra di Rubignacco e dell'azione del Giudice delle Tutele chiamato a decidere sui destini di tanti bambini. Di alcuni di essi si narrerà la storia, come nel caso della piccola Milka... Vi apettiamo al MEF - Museo Etnografico del Friuli venerdì 8 febbraio
    Leggi tutto

  • #BELLOSAPERLO | I tumuli nel paesaggio in Friuli Oggi sappiamo che i tumuli sparsi nel paesaggio friulano sono, in realtà, antiche tombe monumentali nate per dare sepoltura a personaggi importanti delle comunità nell'Età del bronzo. Parliamo, cioé, del periodo che va dal 2500 al 1600 a.C. La tradizione di costruire una tomba monumentale per legare le comunità ai luoghi degli antenati termina nel Bronzo Medio (1600 - 1350 a.C.), periodo in cui nascono, invece, i Castellieri. Vuoi saperene di più? Noi lo racconteremo fino a domenica 13 gennaio al #MuseoArcheologico di Udine con la mostra "Tracce. Paesaggio Antico in Friuli". Suggeriamo di portare anche i bimbi: tra immagini, video e racconti, potranno scoprire quanto di antico c'è ancora nel moderno paesaggio friulano!
    Leggi tutto

  • Didattica | Mostra "Oasis Photocontest. Tour 2018" Cos'è 'Oasis Photocontest'? E' il più importante dei concorsi italiani di fotografia naturalistica e uno dei maggiori a livello europeo, nato «per omaggiare i prodigi del nostro pianeta così come la figura del fotografo naturalistico». La rivista naturalistica Oasis organizza da anni questa iniziativa e il #MuseoFriulanoStoriaNaturale mette in mostra le oltre 50 splendidi immagini che puoi ammirare fino al 20 gennaio L'ingresso è gratuito! Info e orari 👉 https://bit.ly/2S4caaR
    Leggi tutto

  • Programmi per il weekend? Vieni a scoprire i #CiviciMusei di Udine con #Domenicaalmuseo! Domenica 6 gennaio l'ingresso ai Civici Musei di Udine è gratuito: puoi visitare le sedi, ammirare le esposizioni permanenti, apprezzare le mostre temporanee. E l'anno nuovo porta una bella novità: siamo aperti fino alle ore 18.00! :-) #CasaCavazzini #MuseidelCastello #MuseoEtnograficodelFriuli
    Leggi tutto

Concerto inaugurale “Culture a Confronto”

Culture a confronto domenica prossima 2 ottobre per il concerto inaugurale del FESTIVAL UDINE CASTELLO, organizzato alle ore 11 dagli Amici della Musica di Udine nello splendido Salone del Parlamento del Castello di Udine.

La rassegna, giunta alla terza edizione consecutiva e già annunciata all’Expo 2015, è stata presentata in primavera all’Istituto Italiano di Cultura di Vienna, dove l’interesse del pubblico ha generato immediate richieste di partecipazione per seguire i concerti e visitare i luoghi di cultura del capoluogo friulano.

L’apertura del Festival è affidata alla pianista KAMALIA ALI-ZADEH e al virtuoso del tar tradizionale azero SHAIB PASHAZABE, entrambi provenienti dall’Azerbaijan per un percorso che va da Chopin e Skrjabin fino alla musica tradizionale azera, riportata sia in chiave originale sullo strumento locale a due corde, sia in chiave attuale nella rivisitazione al pianoforte della stessa pianista e compositrice. Il tar è un particolare strumento che viene suonato con un piccolo plettro di ottone. Originario dell’area dell’Impero Persiano, ancora oggi è diffuso in Iran, Afghanistan, e alcuni territori dell'ex Unione Sovietica quali Azerbaijan, Georgia, Armenia e altre zone della regione del Caucaso.

La matinée sarà seguita da un momento conviviale nell’adiacente Sala della Contadinanza e dalla visita ai Civici Musei. Partner di questa prima edizione, oltre al Comune Assessorato alla Cultura che ne promuove la nascita, sono il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, la Regione FVG, Eurotech e la Fondazione Crup. Il Festival vede inoltre la collaborazione dei Civici Musei di Udine, della Fondazione Filippo Renati e della SAF Autoservizi FVG.

In collaborazione con il Comune di Udine, il Festival mira a rendere il Castello un luogo di incontro per gli appassionati di musica e un polo ancor più attrattivo per i turisti d'oltreconfine, focalizzando l’attenzione sulla sinergia tra musica e bellezza artistica, grazie al ricco patrimonio delle collezioni dei Civici musei.

I biglietti sono in prevendita presso il box office del Palamostre dalle 17.30 alle 19.30 o acquistabili direttamente all’ingresso del concerto. Il costo (euro 15 interi, euro 10 ridotto studenti, under 29 e over 65) include il brindisi con aperitivo post concerto e visita museale. E’ attivo il servizio bus navetta gratuito ai piedi del Castello.Info: www.amicimusica.ud.it.

 

KAMALIA ALI-ZADEH pianoforte

SHAIB PASHAZABE tar tradizionale

Musice di Chopin, Scrjabin, Hajibeyli, Amirov e tradizionali azere.

 

PROSSIMI CONCERTI

  • Domenica 9 ottobre ore 11 ATHANOR GUITAR QUARTET – Omaggio a Carla Minen
  • Domenica 16 ottobre ore 11 CONTRARCO BAROQUE ENSEMBLE – Tempeste e Follie

 

Location da vivere

Spazi ricchi di storia, funzionali e versatili. I CIVICI MUSEI DI UDINE sono la location adatta ad accogliere eventi di vario tipo, perfetti per soddisfare ogni tipo di esigenza.

PRENOTA IL TUO SPAZIO