Inaugura il 6 maggio 'KAOS ’76: la notte che cambiò il Friuli'

Per celebrare il quarantennale del terremoto in Friuli l'inaugurazione della mostra "KAOS ’76: la notte che cambiò il Friuli", all’ex Cinema-Teatro Odeon , avverrà il 6 maggio 2016 alle ore 21, a quarant’anni esatti dalla scossa avvenuta nel 1976. 

Promossa da Comune e Regione Friuli Venezia Giulia e organizzata da Vicino/lontano, la mostra include video e audio originali, fotografie, copertine di giornali e interviste, in un racconto dinamico che fa rivivere anche emozionalmente il tragico evento e le sue conseguenze. L’esposizione accosta il patrimonio fotografico dei Civici Musei di Udine ai materiali forniti da Associazione dei Comuni terremotati, Associazione Radioamatori Italiani di Udine, Biblioteca Civica “V. Joppi”, Brigata Alpina Julia, CRAF, Cineteca del Friuli, Istituto Luce, Vigili del Fuoco di Udine, Rai. 
La mostra crea una sequenza fatta di luci e ombre, suoni e immagini che svelano lentamente l’allestimento. 

Si parte dall’audio originale della scossa principale che si ascolterà nel buio della sala, per passare alle prime immagini notturne catturate nei luoghi della tragedia; a seguire, i primi commenti a caldo dei principali sistemi d’informazione del tempo fino a che le luci illumineranno la sala svelando l’allestimento nella sua interezza. Il crescendo espositivo raccoglie anche alcuni contributi dei radioamatori dell’epoca, che supportarono l’emergenza e coordinarono l’intervento dell’esercito e delle forze dell’ordine. 

La mostra accompagna il visitatore in un “viaggio al termine della notte” che appartiene ad un altro secolo, anzi ad un altro millennio: un mondo analogico che, elaborato attraverso le tecnologie digitali, dà forma e vita ad un’installazione multimediale. 

'KAOS ’76: la notte che cambiò il Friuli'
sede: ex Cinema Teatro Odeon
Orari: venerdì dalle 18 alle 22; sabato e domenica dalle 10 alle 12 d dalle 18 alle 22
fino al 3 luglio 2016
Info: Associazione Culturale Vicino/Lontano - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. – tel.0432 287171
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.