Questo sito si avvale di cookie tecnici, di cookie analitici e di altri cookie, anche di terze parti, necessari per il funzionamento, per interagire con social network e per usufruire di servizi offerti dal sito. Chiudendo questo banner o accedendo a un'altra pagina del sito acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Per saperne di piu'

Approvo

Ultimi post

  • Fino a domenica 24 marzo puoi visitare la mostra sulla Grande Guerra, allestita al MEF - Museo Etnografico del Friuli. Un pezzo di storia di vita udinese durante gli anni difficili del primo conflitto mondiale: il quotidiano di una città militarizzata, la devastazione recata da bombardamenti e incendi, la condizione delle donne, degli esuli, degli orfani, dei prigionieri, il problema delle scuole, l'offesa al patrimonio storico e artistico.
    Leggi tutto

  • 19 marzo | San Giuseppe artigiano, patrono degli artigiani Danno valore anche alle più piccole opere dell’uomo, sono i garanti delle tradizioni locali, sono gli artisti del restauro e i riparatori degli oggetto di uso quotidiano. Oggi son protagonisti di un nuovo movimento basato sulla manualità, la tecnologia, la collaborazione, il design e la sostenibilità. SONO GLI ARTIGIANI! Nel giorno della festa del patrono, dedichiamo loro alcune immagini di un recente passato proposte dal MEF - Museo Etnografico del Friuli
    Leggi tutto

  • #countdwn - 3 al primo giorno di #primavera! Udine, inizio '900. Questa foto racconta di una gita in calesse fuori porta in una giornata primaverile e fa parte della collezione che Luigi e Andreina Ciceri donarono al MEF - Museo Etnografico del Friuli. I coniugi Ciceri, per illustrare e documentare la vita e le tradizioni popolari, raccolsero ogni genere di materiali: oggetti e opere d’arte, fotografie e notizie, curando anche la pubblicazione di diversi volumi di racconti e di arte popolare.
    Leggi tutto

  • #countdown - 4 al primo giorno di primavera! Vuoi dare con noi il tuo benvenuto alla Primavera? Vieni a scoprire le opere dei Civici Musei di Udine che raccontano le stagioni o rappresentano i paesaggi e, se ti va, citale qui nei commenti! Qui proponiamo "Terra in fiore", l'omaggio di Beppe Ciardi alla primavera e alla vita. Uno scorcio di natura, probabilmente di una zona trevigiana ben conosciuta al Ciardi, che rappresenta una prima presa di distanza dal paesaggismo veneziano tardo-ottocentesco. Pur nel suo impianto verista, il quadro è realizzato infatti con una pittura di macchia ed il titolo pare anche incoraggiare una interpretazione simbolista (la ragazza in primo piano "personifica" la terra fiorita).
    Leggi tutto

  • Grazie a ERT FVG ritorna "Note in Castello": il ciclo di concerti delle eccellenze della musica regionale, nazionale e internazionale. Vi aspettiamo domani 16 marzo alle ore 18.00 nel bellissimo Salone del Parlamento del Castello di Udine!
    Leggi tutto

Fino al 28 agosto a Casa Cavazzini 'Paradoxa. Arte giapponese oggi'

Paradoxa riunisce finalmente in Italia cinque degli esponenti più rappresentativi dell’arte contemporanea giapponese, con in più un site specific di Tatzu Nishi per la prima volta nel nostro Paese.

Inserita nel programma di eventi che celebrano in tutto il paese il 150° Anniversario delle relazioni tra Giappone e Italia e inserita tra gli eventi del Far Esta Film Festival, la mostra sarà visitabile sino al 28 agosto nelle centralissime Piazza Libertà (con uno speciale progetto artistico) e a Casa Cavazzini.

L'esposizione celebra i 150 anni delle relazioni tra Giappone e Italia.

Site specific in Piazza Libertà
Paradoxa esce dai confini della sede museale e a Udine, come prima città in talia, offre un site specific di Nishi, l'artista che cambia il proprio nome continuamente (qui assumerà lo pseudonimo di Taturo Atzu) e che trasforma l’arte monumentale e l'identità visiva e pubblica delle città in luogo intimo e privato, a portata dei fruitori.  Attorno a uno dei simboli più noti di Piazza Libertà, la statua della Giustizia, l’artista costruirà un vero e proprio spazio abitativo, inglobando il monumento in una dimensione casalinga. Lo stile veneziano della piazza udinese, racchiusa tra preziosi edifici del ‘400 e ‘500 e sovrastata dal Castello, dialogherà con l’arte contemporanea in un effetto dirompente, invitando i cittadini a riappropriarsi degli spazi urbani.

A Casa Cavazzini opere realizzate appositamente per la mostra 
Stimoleranno la riflessione dei visitatori anche i context specific, opere realizzate appositamente per Paradoxa, remote projects, progettati a distanza dagli artisti giapponesi e realizzati in loco da giovani artisti, e opere d’arte oggettuale. 
A Casa Cavazzini saranno visibili, solo con apposito cannocchiale, le opere di Takahiro Iwasaki, che ricreano con i materiali più fragili e deperibili, come capelli e fibre tessili, miniature delle strutture del paesaggio circostante. Con intento simile, Manya Kato converte gli oggetti in situazioni irrazionali che pongono in crisi gli schemi cognitivi abituali. Nel lavoro di Taro Izumi il focus è invece la destrutturazione degli oggetti comuni, mentre Yuuki Matsumura si dedica ad un’assurda e creativa riproduzione seriale di oggetti danneggiati.

Affiancandosi alla consolidata esplorazione nel campo cinematografico del Far East Film Festival, con Paradoxa I Civici Musei intraprendono un progetto triennale che indaga le forme più attuali dell’arte contemporanea dell'estremo oriente: dopo questa edizione 2016 dedicata al Giappone, si proseguirà nel 2017 e 2018 con esposizioni monografie su Cina e Sud Corea.

Paradoxa. Arte giapponese oggi 
- Udine, Piazza Libertà (installazione site specific)
- Udine, Casa Cavazzini - Museo d’Arte Moderna e Contemporanea, via Cavour 14
17 aprile – 28 agosto 2016 
Orari: dal 17 al 21 aprile: 10.30 – 17.00; dal 22 aprile al 28 agosto: 10.30 – 19.00
Chiuso il lunedì 
Ingresso: Intero 5,00 € - Ridotto 2,50 € 
Info 0432 1273772 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - www.casacavazzini.it
Curatore Denis Viva 
Patrocinio: Ambasciata del Giappone – 150° Anniversario delle relazioni tra Giappone e Italia
Main Sponsor illycaffè 
Sponsor tecnico Calligaris S.p.A.

Location da vivere

Spazi ricchi di storia, funzionali e versatili. I CIVICI MUSEI DI UDINE sono la location adatta ad accogliere eventi di vario tipo, perfetti per soddisfare ogni tipo di esigenza.

PRENOTA IL TUO SPAZIO