Friulani in Antartide

16 febbraio 2021 - 26 marzo 2021

Galleria Tina Modotti (ex Mercato del Pesce), via Paolo Sarpi a Udine

Visitabile dal martedì al venerdì dalle 15.00 alle 18.00

Ingresso gratuito

Dal 1959, con la stipula del Trattato Antartico, l'Antartide diviene un laboratorio scientifico a cielo aperto. Dal 1961, quando il Trattato entra in vigore, nell'area tra il Polo Sud e il 60° Parallelo Latitudine Sud sono vietati sfruttamento economico e operazioni belliche, mentre la ricerca scientifica è libera e basata su cooperazioni internazionali.

Le prime spedizioni italiane ufficiali prendono avvio negli anni ottanta del secolo scorso (quando l'Italia aderisce al trattato), ma l'interesse italiano per l’Antartide risale alla metà dell’Ottocento. Ed è già nel corso degli anni sessanta e settanta del '900 che si svolgono le prime esplorazioni italiane affidate alla logistica di altre nazionalità. Ardito Desio cerca di organizzare fra 1956 e 1957 una prima significativa spedizione scientifica italiana ma il progetto non va in porto. Nonostante questo, nel 1962 Desio è  il primo italiano a raggiungere il Polo Sud, ospite degli Stati Uniti.

Nel 1968-69 alla prima spedizione scientifico-esplorativa nazionale del CAI e del CNR partecipa il grande alpinista friulano Ignazio Piussi assieme, fra gli altri, a Marcello Manzoni.

Dal 1985, con il Programma Nazionale di Ricerche Antartiche la presenza italiana in Antartide continua ininterrotta e in questi ultimi decenni numerosi nostri conterranei hanno svolto ricerche in Antartide.

Il Museo Friulano di Storia Naturale, grazie anche al materiale disponibile nell’Archivio Desio, racconta queste vicende nella mostra “Friulani in Antartide” alla cui realizzazione, oltre a Mariela Desio, hanno collaborato Marcello Manzoni e Furio Finocchiaro, friulani acquisiti, con notevoli esperienze di ricerche in Antartide, e i figli di Ignazio Piussi.


Aperta dal 16 febbraio presso la Galleria Modotti (ex Mercato del Pesce), l’esposizione è visitabile, in accordo con le norme antipandemiche, dal martedì al venerdì delle 15 alle 18, con ingresso gratuito.

 

Per informazioni:
Museo Friulano di Storia Naturale
T. 0432 1273211
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 friulani in antartide