Questo sito si avvale di cookie tecnici, di cookie analitici e di altri cookie, anche di terze parti, necessari per il funzionamento, per interagire con social network e per usufruire di servizi offerti dal sito. Chiudendo questo banner o accedendo a un'altra pagina del sito acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Per saperne di piu'

Approvo

Ultimi post

  • Il fascino del reale… Chi di voi ha un debole per i dipinti fra Otto e Novecento? Nella foto Vincenzo De Stefani, Mercato a Santa Margherita, 1896, olio su tela. In mostra a Casa Cavazzini fino al 25 febbraio http://bit.ly/IlFascinoDelReale
    Leggi tutto

  • Qual è la vostra opera preferita dei nostri musei? Commentate qui o condividete su Instagram un vostro selfie al museo con gli hashtag #civicimuseiUD #MuseumSelfie! Vi aspettiamo su Instagram con il nostro profilo ufficiale @civicimuseiudine
    Leggi tutto

  • Dopo le feste, facciamo una passeggiata fino al Castello? Vi aspettano una splendida vista su Udine e tanti musei, come quello dedicato al Risorgimento http://bit.ly/MuseoRisorgimento: vi ricompenseranno del fiatone!
    Leggi tutto

  • Venerdì 12 gennaio presenteremo il catalogo della mostra fotografica di Ulderica Da Pozzo "Oltre le porte", che avete apprezzato davvero in tanti: appuntamento a Casa Cavazzini alle 18 http://bit.ly/2DgsYov
    Leggi tutto

  • "Tutti i bambini sono degli artisti nati; il difficile sta nel fatto di restarlo da grandi". (Pablo Picasso) Per coltivare l'artista, piccolo o grande, che è in noi, ci sono i laboratori didattici.
    Leggi tutto

Kaos ’76: la notte che cambiò il Friuli

6 maggio 2016 – 3 luglio 2016

Il Comune di Udine – Civici Musei celebra il quarantennale del terremoto in Friuli con la mostra “KAOS ’76: la notte che cambiò il Friuli”, inaugurata all’ex Cinema-Teatro Odeon di Udine il 6 maggio 2016 alle ore 21, a quarant’anni esatti dalla scossa avvenuta nel 1976. Promossa dall’amministrazione comunale e Regione Friuli Venezia Giulia e organizzata da Vicino/lontano, la mostra include video e audio originali, fotografie, copertine di giornali e interviste, in un racconto dinamico che fa rivivere anche emozionalmente il tragico evento e le sue conseguenze.

L’esposizione accosta il patrimonio fotografico dei Civici Musei di Udine ai materiali forniti da Associazione dei Comuni terremotati, Associazione Radioamatori Italiani di Udine, Biblioteca Civica “V. Joppi”, Brigata Alpina Julia, CRAF, Cineteca del Friuli, Istituto Luce, Vigili del Fuoco di Udine, Rai.

Curata dal Conservatore dei Civici Musei Silvia Bianco e per Vicino/lontano da Luigi Montalbano e Alessandro Verona, la mostra crea una sequenza fatta di luci e ombre, suoni e immagini che svelano lentamente l’allestimento. La mostra accompagna il visitatore in un “viaggio al termine della notte” che appartiene ad un altro secolo, anzi ad un altro millennio: un mondo analogico che, elaborato attraverso le tecnologie digitali, dà forma e vita ad un’installazione multimediale.

 

Location da vivere

Spazi ricchi di storia, funzionali e versatili. I CIVICI MUSEI DI UDINE sono la location adatta ad accogliere eventi di vario tipo, perfetti per soddisfare ogni tipo di esigenza.

PRENOTA IL TUO SPAZIO