Questo sito si avvale di cookie tecnici, di cookie analitici e di altri cookie, anche di terze parti, necessari per il funzionamento, per interagire con social network e per usufruire di servizi offerti dal sito. Chiudendo questo banner o accedendo a un'altra pagina del sito acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Per saperne di piu'

Approvo

Ultimi post


    Notice: Undefined property: stdClass::$data in /var/www/html/joomla348/templates/ja_mono/tpls/blocks/sidebar.php on line 103

    Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /var/www/html/joomla348/templates/ja_mono/tpls/blocks/sidebar.php on line 103

22 ottobre – 28 novembre 2021

Castello, Museo Friulano della Fotografia

Orari e biglietti

La mostra “Cjargne Carnia 1960-1975. Fotografie di Giovanni Edoardo Nogaro” racconta il punto di vista del fotografo tolmezzino che ha sempre nutrito un solido legame affettivo con la Carnia, terra di forti tradizioni.

L'esposizione sintetizza il percorso dell'autore nell'arco di quindici anni, tra il 1960 e il 1975, attraverso delle immagini in bianco e nero, colore da lui definito “scheletro della realtà”, che ha la potenzialità di essere diretto nella narrazione di travagliate vicissitudini umane. Egli predilige ritrarre, in paesi come Sauris, Rigolato, Pesariis e Paularo, gli abitanti al lavoro, nei loro alloggi e nell'ambito familiare. Il paesaggio, i campi e l'architettura tradizionale costituiscono spesso lo sfondo per i soggetti, creando un'unione armonica tra gli elementi.

L'approfondita conoscenza di una popolazione afflitta ma orgogliosa della sua notevole caratura identitaria gli consente, con la sua soggettività, di analizzare, da precorritore dei tempi, fenomeni contemporanei quali lo spopolamento della montagna, l'emigrazione e la povertà, per quanto questi scatti rimangano squarci di una Carnia perduta.

“Questa mostra mi consente di non strappare il cordone ombelicale che lega me e le genti carniche all’austerità materna di una terra sofferta, ferita ma ancora oggi maestra di vita.

Devo riconoscere che a distanza di sessant’anni mi emoziona come allora mostrare una pagina di storia che ha segnato la vita di molte famiglie carniche intente a costruire la propria casa ma anche a porre le basi per una vita migliore” scrive Nogaro.

Giovanni Edoardo Nogaro (Tolmezzo, 24 settembre 1937) è un fotografo residente a Lomaniga di Missaglia, in Lombardia. Nel 1960 si specializza in fotografia architettonica, successivamente presenta le sue opere a varie esposizioni e collabora per molte pubblicazioni di settore pregevoli. Nel luglio 2005, per i suoi meriti, la Regione Friuli Venezia Giulia e il Centro di Ricerca e Archiviazione della Fotografia di Spilimbergo gli assegnano il Premio Internazionale alla carriera.

A cura di Enrico Folisi e Paolo Brisighelli

15 luglio – 19 settembre 2021 PROROGATA FINO AL 10 OTTOBRE 2021

Castello, Museo Friulano della Fotografia

Orari e Biglietti

Visite Guidate

La mostra, attraverso fonti fotografie e documentarie, ricostruisce il percorso che condusse il contingente militare cosacco caucasico, collaborazionista dei nazisti, e la numerosa popolazione civile al suo seguito a stanziarsi in Friuli dopo una lunga ed estenuante ritirata che li aveva condotti, combattendo a fianco dei nazisti contro i partigiani di mezza Europa dell’est, dalla Russia meridionale all’Italia attraverso l’Ucraina, la Bielorussia e la Polonia, e dopo un’attiva e spietata partecipazione alle operazioni anti partigiane contro la Zona Libera del Friuli Orientale e, contro la Repubblica Partigiana della Carnia, a invadere e occupare il territorio friulano e carnico.

Leggi tutto: Cosacchi in Friuli, 1944-1945. Le fotografie di Sergio Gennaro

Foto Bevilacqua
 
In occasione dell’inaugurazione del Museo Friulano della Fotografia, il 13 dicembre 2019, il prof. Gianfranco Ellero ha donato alla Fototeca una raccolta di 40 stampe fotografiche vintage testimonianza dell’opera di uno dei protagonisti friulani della fotografia del Novecento, Carlo Bevilacqua.

Il primo anno del Museo è un’opportunità per presentare il fondo e portare l’attenzione su un artista che non era ancora rappresentato nelle nostre collezioni.
Leggi tutto: Carlo Bevilacqua, fotografie dal Fondo Ellero

Silvio Buiatti, Sul lago

Castello di Udine - Museo della Fotografia

Inaugurazione Venerdì 13 dicembre 2019 ore 18

Apre al pubblico il nuovo Museo Friulano della Fotografia, completamente riallestito negli spazi recentemente ristrutturati del Castello: un percorso  articolato in otto sale in una cornice suggestiva e con un punto di vista privilegiato sulla città.
L’inaugurazione avrà luogo venerdì 13 dicembre alle 18 nel Salone del Parlamento del Castello.

Leggi tutto: Nuovo Museo Friulano della Fotografia

Location da vivere

Spazi ricchi di storia, funzionali e versatili. I CIVICI MUSEI DI UDINE sono la location adatta ad accogliere eventi di vario tipo, perfetti per soddisfare ogni tipo di esigenza.

PRENOTA IL TUO SPAZIO