Questo sito si avvale di cookie tecnici, di cookie analitici e di altri cookie, anche di terze parti, necessari per il funzionamento, per interagire con social network e per usufruire di servizi offerti dal sito. Chiudendo questo banner o accedendo a un'altra pagina del sito acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Per saperne di piu'

Approvo

Ultimi post


    Notice: Undefined property: stdClass::$data in /var/www/html/joomla348/templates/ja_mono/tpls/blocks/sidebar.php on line 103

    Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /var/www/html/joomla348/templates/ja_mono/tpls/blocks/sidebar.php on line 103

Graziano Vallon ornitologo

Museo Friulano di Storia Naturale

Dal 31 ottobre al 1 dicembre 2019

presso la Galleria Tina Modotti

Una rassegna dedicata alla figura dell’ornitologo Graziano Vallon grazie al quale, già dalla fine del XIX secolo, l’avifauna friulana è una delle meglio conosciute in Italia.

Immagini, reperti originali, scritti ed illustrazioni del Vallon stesso guidano il visitatore alla conoscenza non solo dell’avifauna, ma anche dell’uomo, dei metodi di studio, dei rapporti di collaborazione fra gli studiosi dell’epoca, ed alle sue raccolte ornitologiche.

Questa mostra è stata possibile soprattutto grazie alla donazione, al Museo Friulano di Storia Naturale, dell’inedito manoscritto e dei disegni di Vallon da parte del pronipote Graziano Berghinz (1941-2019).

Fin da fanciullo l’ornitologo dedicò tutte le sue ore libere a correre per campi, pei monti in cerca delle belle emozioni che gli procurava la natura e cominciò con raccogliere coleotteri, interessandosi però moltissimo, già da piccolo, anche agli uccelli: così Graziano Vallon (1851- 1926) racconta l’origine della sua passione per lo studio degli uccelli.

Non è solo la passione per le scienze naturali ma anche le sue capacità artistiche, in particolare nel disegnare gli esemplari che studiava, che ne fanno un personaggio rilevante nel panorama cultuale regionale e nazionale fra fine Ottocento ed inizio Novecento.
Parte della sua collezione è conservata al Museo Friulano di Storia Naturale e recentemente gli eredi hanno affidato all’istituzione udinese il manoscritto, inedito, della seconda edizione dell’Avifauna Friulana, corredato da un centinaio di acquerelli, realizzati dallo stesso Vallon, originariamente destinati ad illustrare il volume.

La mostra è organizzata dal Museo Friulano di Storia Naturale con la partecipazione del Circolo Speleologico e Idrologico Friulano e curata da Roberto Parodi con la collaborazione di Gianni Benasso, Alessandro Berghinz, Luca Dorigo, Paolo Glerean, Luca Lapini, Giuseppe Muscio, Umberto Sello.

Le Fotografie e documenti esposti provengono dall’Archivio del Museo Friulano di Storia Naturale, dalla fototeca dei Civici Musei di Udine, dal Museo Civico di Zoologia di Roma, dal Museo “La Specola” di Firenze, dall’Archivio Circolo Speleologico e Idrologico Friulano, dall’Archivio Gianni Benasso e da Alvio Baldassi.

Orari di Apertura
venerdì: dalle 16.00 alle 19.00
sabato e domenica: dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 19.00

Ingresso libero

Scarica l'Invito 

Opuscolo di approfondimento della mostra (clicca sullimmagine):
copertina LR

Per informazioni:
Museo Friulano di Storia Naturale
T. 0432 1273211 - Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Location da vivere

Spazi ricchi di storia, funzionali e versatili. I CIVICI MUSEI DI UDINE sono la location adatta ad accogliere eventi di vario tipo, perfetti per soddisfare ogni tipo di esigenza.

PRENOTA IL TUO SPAZIO