La storia dell’elefante che arrivò fino a Udine

Dal 24 maggio al 30 giugno 2019

Galleria Tina Modotti (ex Mercato del Pesce)

Inaugurazione 23 maggio 2019 ore 18.00

La testa dell’elefante che troneggiava nel Museo Friulano di Storia Naturale quando era allestito nell’Ospedale Vecchio, le vicende storiche nelle quali è stato coinvolto e i loro protagonisti sono al centro della mostra "La storia dell’elefante che arrivò fino a Udine", curata dal Museo Friulano di Storia Naturale, che è ospitata presso la Galleria Tina Modotti in via Paolo Sarpi.

È la primavera del 1939 quando Italo Balbo si reca in Kenia dove preleva un elefante per farne un trofeo.

Il 25 maggio 1939, su indicazione di Balbo, viene chiesto ad Ardito Desio di organizzare la preparazione dell’esemplare nel Museo di Storia Naturale di Tripoli. E’ un lavoro imponente, che necessita dell’aiuto del tassidermista del Museo di Milano, Michelangelo Giuliano.

Il reperto viene preparato: tra struttura e materiali pesa circa una tonnellata. Nel 1955 la vedova di Balbo, Emanuella Florio, dona al Museo Friulano di Storia Naturale il reperto che era ancora custodito a Tripoli e che giunge a Udine nel 1956.

Si tratta di un magnifico reperto che ci racconta fatti di 80 anni fa ma che aiuta anche a ripercorrere la storia più recente del Museo Friulano di Storia Naturale e a comprendere come si sia evoluta l’idea di conservazione e tutela della natura in questi ultimi decenni.

La mostra, allestita dal Museo Friulano di Storia Naturale in collaborazione con l’Associazione Desio e con il Circolo Speleologico e Idrologico Friulano, è ospitata alla Galleria Tina Modotti fino al 30 giugno.

Orari di apertura:
venerdì dalle 15.30 alle 19.00
sabato e domenica dalle 10.30 alle 13:00 e dalle 15.30 alle 19.00 

Scarica l'Invito

Ingresso libero

Per Informazioni:
Museo Friulano di Storia Naturale
T. 0432 1273211 - email infoQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 elefante preparazione tripoli 1939