Questo sito si avvale di cookie tecnici, di cookie analitici e di altri cookie, anche di terze parti, necessari per il funzionamento, per interagire con social network e per usufruire di servizi offerti dal sito. Chiudendo questo banner o accedendo a un'altra pagina del sito acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Per saperne di piu'

Approvo

Ultimi post

  • L’ACQUA. SEGUIAMO IL SUO PERCORSO. Un itinerario per grandi e piccoli focalizzato sulle ampie valenze che ruotano intorno all’acqua. Acqua come risorsa; acqua fonte di sostentamento, acqua bene per l’uomo e le sue attività. Ma acqua anche nei suoi significati sacri e simbolici. L’appuntamento è per mercoledì 28 agosto alle ore 15 al Museo Etnografico del Friuli (ingresso libero).
    Leggi tutto

  • BUON FERRAGOSTO A TUTTI! Ferragosto era un’antica festa della Roma imperiale. Fu infatti istituita dall'imperatore Augusto nel 18 a.C. e traeva origine dalla tradizione dei Consualia, feste che celebravano la fine dei lavori agricoli, dedicate a Conso, dio della terra e della fertilità. Ma il 15 agosto si celebra anche l’Assunzione di Maria, una delle più antiche feste mariane. Questa Assunta, olio su Tela di Nicola Grassi (1862 – 1748) è esposta alla Galleria d’Arte Antica di Udine. L’opera era conservata nella Chiesa Maria Maddalena dei Filippini, demolita nei primi anni del Novecento.
    Leggi tutto

  • Il Museo Etnografico del Friuli conserva una importante raccolta di sculture lignee di circa 70 pezzi. Oggi potete ammirare alcune di queste opere ristrutturate nella sala ad esse dedicata.
    Leggi tutto

  • Ti trovi in città? Vieni a scoprire le nostre collezioni e a visitare le nostre mostre. Siamo aperti anche a Ferragosto! ;-) #MuseoArcheologico #GalleriaArteAntica #MuseodelRisorgimento #CasaCavazzini #MuseoEtnograficodelFriuli
    Leggi tutto

  • In questo "Giorno felice, la Prima Comunione" Joaquin Sorolla y Bastida si concentra sull’incontro tra la bambina in abito da prima comunione e i parenti che la attorniano. Un'opera del 1892 che rappresenta la fase iniziale del percorso artistico del pittore. Presentata nello stesso anno all’Esposizione Internazionale delle Belle Arti di Madrid, oggi arricchisce la collezione di Casa Cavazzini.
    Leggi tutto

Pesci fossili dai monti friulani

Dall'8 dicembre 2018 al 20 febbraio 2019

Museo Friulano di Storia Naturale

Inaugurazione 7 dicembre ore 18.00

La mostra "Pesci fossili dai monti friulani", curata dal Museo Friulano di Storia Naturale, è ospitata presso la sede della Galleria del Progetto di Palazzo Morpurgo (via Savorgnana 12), e vede esposti diversi resti di pesci fossili provenienti da Carnia e Canal del Ferro-Val Canale, ma anche dal versante austriaco delle Alpi Carniche.

Alcuni di questi reperti appartengono alla Collezione Geopaleontologica del Museo; l'esposizione prevede inoltre pannelli didattici, fotografie, multimediali, ricostruzioni e un “acquario virtuale”.

L'acquario consiste in una ricostruzione ambientale a elevata risoluzione con effetto 3D in scala 1:1, da proiettare mediante apposito monitor, rappresentante un ambiente di mare poco profondo, prevalentemente anossico e sviluppato al bordo di una piattaforma carbonatica, con crostacei e pesci (folidofotridi, thoracopterus, picodontiformi, saurhicthys ecc.) risalenti al Triassico.

Nella storia geologica del territorio friulano il Triassico (periodo che si colloca più o meno fra i 250 e i 200 milioni di anni fa) è particolarmente significativo. Vi sono aspetti di grande rilievo per quanto riguarda la paleontologia dei vertebrati tanto che alcuni giacimenti paleontologici regionali sono famosi e studiati a livello mondiale e hanno fornito resti sia di pesci sia di “rettili”.

Se da un lato Raibl (Tarvisio, UD) è un sito noto da quasi due secoli ed ha restituito una importante fauna a pesci, in passato studiata soprattutto da geologi di lingua tedesca (del resto Raibl era in territorio Austro-Ungarico), dall’altro Preone e le aree contermini sono una scoperta relativamente più recente.

Tuttavia in pochi decenni il sito di Preone è divenuto uno fra i più noti avendo restituito non solo alcuni fra i più antichi rettili volanti conosciuti al mondo ma anche una fauna a pesci particolarmente ricca, con centinaia di reperti conservati nelle collezioni museali e una ventina di specie diverse.

Resti di pesci fossili sono poi stati rinvenuti in altri siti Triassici, non solo in Carnia e Canal del Ferro-Val Canale, ma anche nel versante austriaco delle Alpi Carniche.

La rassegna è realizzata nell’ambito del Progetto Interreg V-A Italia Austria 2014 -2020 Geoparco Transfrontaliero delle Alpi Carniche (GeoTrAC), un progetto per la valorizzazione della geologia della Carnia, in particolare con la creazione di un Geoparco transfrontaliero delle Alpi Carniche.

Il Progetto, di cui il Museo Friulano di Storia Naturale è Lead Partner, vede la partecipazione anche dell’UTI della Carnia, dell’UTI del Canal del Ferro-Val Canale, del Servizio Geologico della Regione, dei Musei Provinciali di Bolzano e del GeoPark Karnische Alpen di Dellach (Austria).

Scarica la locandina

Orari di apertura:
venerdì dalle 14.30 alle 17.30;
sabato e domenica dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.30 alle 17.30

Aperture straordinarie: 26-27 dicembre 2018 dalle 14.30 alle 17.00 per gruppi e scolaresche su prenotazione.

Ingresso libero

Per Informazioni:
Museo Friulano di Storia Naturale
T. 0432 1273211 - email infoQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Location da vivere

Spazi ricchi di storia, funzionali e versatili. I CIVICI MUSEI DI UDINE sono la location adatta ad accogliere eventi di vario tipo, perfetti per soddisfare ogni tipo di esigenza.

PRENOTA IL TUO SPAZIO