NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand

Last posts

  • #accaddeoggi | Casa Cavazzini| Mirko Basaldella Roma, 24 marzo 1944: 75 anni fa l'eccidio delle #Fosse #Ardeatine, evento simbolo della rappresaglia nazista durante il periodo dell’occupazione. Nell’immediato dopoguerra il Comune di Roma bandisce un concorso per costruire un Mausoleo che ricordasse la vicenda: il concorso per realizzare le cancellate di accesso fu vinto da Mirko Basaldella. Del progetto, #CasaCavazzini espone il modello in gesso e il disegno preparatorio per la cancellata maggiore che Mirko realizzò assieme a Francesco Coccia e che qualche anno fa la Fondazione Friuli ha reso disponibile per essere fruibile a tutti.
    Read all

  • 22 MARZO | WORLD WATER DAY | GIORNATA MONDIALE DELL'ACQUA | #MFSN Questa bella immagine di Ivo Pecile non ha bisogno di parole per raccontare il Tagliamento! Nella #giornatamondialedellacqua il Conservatore del Museo Friulano di Storia Naturale ricorda come questo fiume sia uno dei pochi fiumi europei a conservare ancora significativi tratti di naturalità. Per questo il Tagliamento è spesso oggetto di studio e un modello per chi - ovunque - voglia cercare di porre rimedio agli infiniti danni che l’uomo ha procurato nel tempo ai fiumi.
    Read all

  • 21 Marzo | Giornata Internazionale delle foreste e dei boschi Oggi il mondo festeggia "i polmoni della Terra", le FORESTE che ogni anno ci donano 2 miliardi di tonnellate di ossigeno e prelevano 7 miliardi di tonnellate di anidride carbonica (gas implicato nel riscaldamento climatico). Nel 2011, Anno Internazionale delle foreste, il Museo Friulano di Storia Naturale è stato fra gli attori coinvolti nella celebrazione dell’evento: oggi come allora, il #MFSN rinnova la sua adesione a questa importante giornata ribadendo, su basi scientifiche, l’importanza di boschi e foreste, così come l’urgenza di concrete azioni di salvaguardia. (Foto: Parco del Madidi - immagine gentilmente concessa da @MassimoBuccheri)
    Read all

  • BENVENUTA PRIMAVERA! Chi sarà sveglio alle 02.43 potrà contemplare la Super luna di primavera! Una luna più grande e luminosa del solito darà infatti il benvenuto alla primavera, con l’equinozio che cade oggi alle 22.58. Accogliamo la nuova stagione con "Terra e cosmo", la tela esposta al MEF - Museo Etnografico del Friuli nella sala dedicata alle feste e ai riti dell'anno che ben rappresenta come, nella tradizione, le fasi solari siano spesso legate a ricorrenze pagane, poi riprese dal calendario cristiano. Tra elementi geografici, simbolismo dei segni zodiacali e rappresentazione delle stagioni, campeggia la figura del Creatore che alla visione cosmologica accosta il tema religioso del giudizio universale e del passaggio alla vita ultraterrena.
    Read all

  • Fino a domenica 24 marzo puoi visitare la mostra sulla Grande Guerra, allestita al MEF - Museo Etnografico del Friuli. Un pezzo di storia di vita udinese durante gli anni difficili del primo conflitto mondiale: il quotidiano di una città militarizzata, la devastazione recata da bombardamenti e incendi, la condizione delle donne, degli esuli, degli orfani, dei prigionieri, il problema delle scuole, l'offesa al patrimonio storico e artistico.
    Read all

Un’idea di Pittura. Astrazione Analitica in Italia 1972-1976

An idea of painting. Analytic abstraction in Italy 1972-1976

March 1 – June 3, 2015

This exhibition, curated by Vania Gransinigh and Fabio Belloni, set out to explore the development of abstract painting in Italy during the early to mid-seventies and, more specifically, the artistic tendency that contemporary critics alternately dubbed: "painting painting", "fundamental painting", "cold painting", "pure painting" and "new painting” before finally opting for the term “analytical abstraction”.

idea di pittura invito

The Italian experience of analytical abstraction took inspiration from the avant-garde, which was eager to explore the possibilities of painting – a somewhat traditional medium – in an era that was still dominated by intense technical experimentation. The exhibits were drawn from a number of the city’s public collections, and of the hundred or so works belonging to the Friam Collection on show at Casa Cavazzini, several names stand out: Carl Andre, Frank Stella, Robert Mangold, and Sol LeWitt being just a few of the international figures with whom Italian painters of the seventies sought direct contact

Venues for hire

Rich in history, versatile, and fully functional, the CIVICI MUSEI in UDINE are the ideal place to hold special events such as conferences, meetings, and previews.

BOOK YOUR SPACE