NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand

Last posts

  • Mostra | OASIS PHOTOCONTEST. TOUR 2018 #MuseoFriulanodiStoriaNaturale Immagini che valgono mille parole. La mostra con le più belle immagini del concorso di fotografia naturalistica chiude i battenti domenica 20 gennaio. Tra foto vincitrici e altre segnalate dalla Commissione, puoi lasciarti stupire ed emozionare dalle oltre 50 immagini del concorso italiano di fotografia naturalistica di Oasis, uno dei maggiori concorsi a livello europeo. Ti aspettiamo in Via Sabbadini, fino al 20 gennaio, dalle 10.00 alle 13.00 e domenica anche nel pomeriggio, dalle 15.00 alle 17.00 (l'ingresso è gratuito!)
    Read all

  • INGRESSO GRATUITO | #domenichedinverno Per un intero mese a partire dal 20 GENNAIO, tutte le domeniche l'ingresso ai #CiviciMusei di Udine è gratuito! Grazie all'adesione al Progetto regionale "Domeniche d'inverno al museo in Friuli Venezia Giulia”, in tutti i nostri Musei è prevista infatti l'entrata libera e gratuita nelle domeniche fino al 24 FEBBRAIO.
    Read all

  • Mostra | Inaugurazione | #Giornatadellamemoria LO SCULTORE E LA MOGLIE CHE SALVARONO GLI EBREI Tra le storie di solidarietà e misericordia dei coniugi Mistruzzi vi è quella di Lea Polgar, scampata alla deportazione grazie proprio ad Aurelio e Melania, la cui figlia si chiamava anch’essa Lea. Lea Polgar, all'epoca aveva 10 anni e Aurelio e Melania decisero di nascondere e proteggere la bimba nella loro casa romana. Sarà Lea, ad insaputa dei suoi salvatori, ad avviare la pratica per il riconoscimento tra i Giusti, che viene accordato il 28 settembre 2007. Sabato 19 gennaio alle 17,30 a #PalazzoMorpurgo, anche Lea Polgar sarà presente ad inaugurare la mostra dedicata allo scultore Aurelio Mistruzzi e a sua moglie Melania Yaiteles, compresi tra i 'Giusti tra le Nazioni' nel Museo Yad Vashem di Gerusalemme per aver aiutato gli ebrei perseguitati a Roma.
    Read all

  • ULTIMO WEEKEND PER VISITARE OASIS PHOTOCONTEST. TOUR 2018. Tra formiche e ghepardi, farfalle ed elefanti, orsi e creature degli abissi, gatti e cani di casa, paesaggi africani e nevi antartiche, attraversando i santuari della Natura più vicina a casa nostra, ti porteremo in quel mondo dove l'immagine vale più di mille parole.... La mostra chiude domenica 20 gennaio: noi saremo al Museo Friulano di Storia Naturale ad accoglierti dalle 10.00 alle 13.00 e domenica anche nel pomeriggio, dalle 15.00 alle 17.00. E l'ingresso è gratuito!. Per info chiamaci al n. 0432 1273211
    Read all

  • Didattica | Conferenza 8 febbraio #MuseoEtnograficodelFriuli #8febbraio STORIA E VICENDE DEGLI ORFANI DI GUERRA FRIULANI Nella 1^ guerra mondiale Il Friuli ebbe il triste primato del più elevato numero di orfani di guerra: si parla di oltre 13.000 orfani, considerando solo i minori. Una attenta ricerca presso l'Archivio di Stato di Udine ha consentito di delineare la storia di questi bambini, strettamente connessa a quelle delle loro madri. Venerdì 8 febbraio alle 16.00 con Gaetano Vinciguerra approfondiremo il tema degli orfani di guerra, del controverso e tardivo intervento normativo di tutela, del difficile ruolo delle madri, del Patronato Friulano per gli Orfani di guerra, della nascita dell'Istituto Friulano per gli orfani di guerra di Rubignacco e dell'azione del Giudice delle Tutele chiamato a decidere sui destini di tanti bambini. Di alcuni di essi si narrerà la storia, come nel caso della piccola Milka... Vi apettiamo al MEF - Museo Etnografico del Friuli venerdì 8 febbraio
    Read all

Museum of Photography - Good to know Piazza San Giacomo - Attilio Brisighelli, 1910 Loggia del Lionello after the fire - Giuseppe Malignani, 1876 Loggia of San Giovanni illuminated - Anonymous, January 1, 1901 Regional exhibition of Udine - Anonymous, 1903 Castle of Udine - Giuseppe Malignani

Museum of Photography

Good to know

Piazza San Giacomo

Attilio Brisighelli, 1910

Loggia del Lionello after the fire

Giuseppe Malignani, 1876

Loggia of San Giovanni illuminated

Anonymous, January 1, 1901

Regional exhibition of Udine

Anonymous, 1903

Castle of Udine

Giuseppe Malignani

Museum of photography

The Museum of Photography, which opened in 2001, was established following a number of acquisition, conservation and reorganization initiatives carried out by the Fototeca (Photo Library) in Udine, which is run by the City’s Museums. Situated on the third floor of the Castle’s east wing, the exhibition space is divided into three themed rooms: Nineteenth-century Photography; Portraits; and, finally, Landscape, Work, and Society.

The photographs on display are either originals or reprints from photographic plates and film produced from the mid eighteenth to mid nineteenth centuries by photographers from Udine and elsewhere.


Itineraries

Room 1. The nineteenth century

This room showcases the work of photographers from Friuli and beyond who immortalized Udine in photographs depicting the city’s major monuments in the second half of the nineteenth century.

Of particular interest are five calotypes dating back to between 1853 and 1857 that were reprinted on citrate paper. Attributed to Augusto Agricola (1819-1857), these include an original albumen print of the city’s main square, Piazza Libertà, dated 1856.

Also worthy of mention is a spectacular original salted paper print depicting a five-part panoramic view of the castle realized in 1860 by the Venetian Francesco Bonaldi, who began working in Udine in 1859.

Room 1 - The 19th century

Itineraries

Room 2.Portraits

Displays of vintage photographic equipment set the stage for a series of portraits which include two giant-sized prints, one from early 1900 and the other from 1930, realized by Luigi Pignat (1864-1915) and Silvia Maria Buiatti (1890-1982) respectively. Most of the photographs exhibited are the work of these two photographers from Udine, both of whom specialized in portraiture.  

A small collection of original photographs in carte de visite format and a family photo album containing portraits of children, young people, women and family groups, complete the exhibits on display.

Room 2 - The portrait

Itineraries

Room 3.Landscape, work, social life

The last room of the museum is dedicated to various aspects of Friulian life and territory, as captured in the twentieth century images realized by the Pignat photographic studio, and photographers Silvio Maria Buiatti and Attilio Brisighelli (1880-1966).  Here, the Friulian landscape takes centre stage, depicted in all its manifest variety - from the city to the countryside, from the mountains to the sea – in stunning black and white photographic vistas. Other images produced by these photographers document working life in Friuli, from urban factories to artisan workshops and the bygone occupations of Friulian womenfolk.

The last section of the hall is dedicated to Friulian society, most particularly to scenes depicting the daily lives and customs of the Friulian people during the first half of the twentieth century.

Room 3 - Landscape, work, social life

Venues for hire

Rich in history, versatile, and fully functional, the CIVICI MUSEI in UDINE are the ideal place to hold special events such as conferences, meetings, and previews.

BOOK YOUR SPACE